Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 20

Alla scoperta di ''Piazza Duomo a Lecce: una ricchezza per tutti"

Sino al 30 giugno, durante il week end e nei giorni festivi, turisti e residenti salentini potranno visitare e scoprire la storia di Piazza Duomo a Lecce, una delle più interessanti piazze chiuse d'Italia.

Il progetto "Piazza Duomo. Una ricchezza per tutti" prevede un percorso di visita alla Cattedrale dedicata a Maria Santissima Assunta, alla sua Cripta e al Museo Diocesano d’Arte Sacra. Il tutto, per la prima volta, con un biglietto unico integrato (5 euro - ridotto per residenti della provincia e gruppi 4 euro) e con il supporto di un’audioguida in italiano, inglese e francese.

Promotori del progetto sono l'Arcidiocesi di Lecce, la Parrocchia Maria Santissima Assunta e l’associazione 34° Fuso in collaborazione con Swapmuseum con il sostegno della Regione Puglia. La Diocesi di Lecce infatti, ha aderito al bando “Chiese aperte” finanziato dalla Regione Puglia (Fondo speciale cultura e patrimonio culturale) finalizzato alla realizzazione di interventi di fruizione pubblica di beni culturali di proprietà degli enti ecclesiastici. Sono previste, inoltre, altre aperture straordinarie (25 Aprile, 1, 4 e 11 Maggio, 1, 20 e 29 Giugno) e alcuni appuntamenti dedicati ai più piccoli (“Il Museo - una ricchezza per i bambini” e "Play diocesano - Gioco a squadre tra le opere" - 28 e 29 aprile alle 16). 

Piazza Duomo, situata nel cuore del centro storico della città, è un raro esempio in Italia di “piazza chiusa”, delimitata da un unico accesso e sui restanti lati da architetture simbolo del barocco leccese: il Campanile, il Duomo, l’Episcopio e l’Antico Seminario. La piazza, prima foro romano, vide nel Medioevo la costruzione della Cattedrale, del Vescovado e della Torre Campanaria, ricostruite poi nel 1659 dal Vescovo Pappacoda. Tra '600 e '700 fu costruito il Seminario e nel 1761 l’architetto Emanuele Manieri eliminò il portone in legno creando un accesso aperto delimitato dai due propilei.

Il Duomo, dedicato a Maria Santissima Assunta, è la Cattedrale della città. Fondato nel 1144, riedificato nel 1230 in stile romanico, assume l’aspetto barocco solo con i lavori del 1659-1670, grazie all’architetto Giuseppe Zimbalo. La facciata che accoglie i visitatori, artisticamente la più importante, non è la facciata principale, che invece si trova sul lato interno alla piazza, in direzione dell’Episcopio. La pianta del Duomo è a croce latina a tre navate. Al suo interno si possono ammirare il soffitto ligneo a cassettoni dorati, importanti dipinti e sculture, insieme a dodici altari barocchi. 

La Cripta, posta sotto il presbiterio del Duomo, è dedicata alla Madonna della Scala e risale al 1517. La sua pianta a croce greca è suddivisa in tre navate da quattro file di colonne, 92 in totale. I capitelli sono decorati con leoni alati, sirene, draghi, angeli, stemmi ecclesiastici e privati tra cui il primo stemma civico della città. La cripta in origine era arricchita da 10 altari, ma oggi è possibile ammirarne solo 4 nelle navate laterali. 

Il Museo Diocesano d’Arte Sacra, inaugurato nel 2003, è collocato al primo piano del Palazzo dell’Antico Seminario. Le opere provengono dalle chiese della Diocesi leccese, sono divise per generi (dipinti, argenti sacri, sculture e paramenti liturgici) ed esposte in ordine cronologico dal 1400 al 1800. Un nucleo considerevole di lavori risale al 1600, periodo in cui la pittura è fortemente influenzata dal naturalismo caravaggesco. La collezione documenta la lunga storia artistica della Diocesi e testimonia l’importante ruolo svolto dalla Chiesa nella vita della comunità all’indomani del Concilio di Trento. 

Biglietto e audioguida

Intero - 5 euro

Ridotto per residenti a Lecce e provincia  - 4 euro

Ridotto per gruppi di minimo 10 persone - 4 euro

Orari

Sabato: mattina 10-12.30; pomeriggio 16-19.

Domenica. mattina 10 - 12.30 (Cripta e Cattedrale 10-11.30); pomeriggio: 16-19.

Ultimo ingresso 18.30. 

Aperti anche nelle seguenti date: 

25 Aprile (solo mattina), 1 (solo mattina), 4 e 11 Maggio, 1, 20 e 29 Giugno 

Info e prenotazioni

Facebook.com/Museo.Diocesano.Lecce

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3271631656

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 70

Dove parcheggiare a Lecce nei weekend

Oltre ai consueti parcheggi a pagamento (strisce blu) e non (strisce bianche anche se poche) a partire dal 31 marzo 2018 sarà possibile usufruire  di ulteriori parcheggi ma utilizzabili SOLO NEI FINE SETTIMANA

Parcheggio Asl

Via Miglietta: parcheggio della Direzioone generale Asl (170 posti).

Orari di accesso: dalle ore 15 del sabato o dei prefestivi sino alle 24 di domenica o giorni festivi.

Il parcheggio, causa lavori in corso, sarà fruibile a partire da maggio 2018

 

Parcheggi dell'Università

Inizio di Viale Gallipoli/zona Questura: edificio universitario Principe Umberto (70 posti)

Via Bernardino Realino (180 posti)

Via Adua: parcheggio dell'Ateneo (70 posti)

Via Stampacchia: parcheggio dell'edificio Parlangeli (40 posti)

Totale: 530 nuovi posti auto 

Qui di seguito la dichiarazione dell'assessore alle Attività Produttive e al Turismo Paolo Foresio: “La collaborazione istituzionale tra Università, Asl e Comune ha prodotto questo risultato di cui andare fieri: al servizio del centro cittadino, delle attività commerciali dello shopping e della movida saranno a disposizione queste nuove aree a parcheggio situate pochi minuti dalle vie e dalle piazze più frequentate. Lo sforzo che ci attende, insieme, amministrazione e commercianti, è quello di far conoscere queste nuove aree di sosta e assicurarci che vengano da subito utilizzate dai leccesi e da chi viene in città dai paesi circostanti. Il nostro obiettivo è quello di fornire più servizi e maggiore comodità a quanti non possono fare a meno di utilizzare l'automobile per raggiungere il centro e fare spese. Procediamo nel segno della serietà degli impegni presi e mantenuti con la città e con i tanti commercianti che intendiamo mettere nelle condizioni di lavorare sempre più e sempre meglio”. 

 La redazione

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 92

Lecce, Chiese aperte: gli orari di apertura

In occasione del 2 aprile (Pasquetta), 25 aprile, 1 e 27 maggio (Cortili aperti) e 2 giugno  le chiese collocate lungo il principale asse di di flusso turistico cittadino avranno una continuità di apertura. Nello specifico si tratta della Basilica di Santa Croce, della Cattedrale di Maria SS. Assunta (Duomo), delle Chiese di Sant'Irene, San Matteo e Santa Chiara.

La convenzione tra il Comune e la Curia prevede infatti un contributo economico (2mila euro) da parte di Palazzo Carafa per garantire l'apertura nella fascia oraria nella quale le chiese risultano chiuse per indisponibilità del personale preposto all'apertura e nella quale invece si è verificato negli anni scorsi un potenziale consistente afflusso di visitatori. Il contributo coprirà il rimborso spese manovalanza per giorno festivo (con maggiorazione del 35% per straordinario), consumi utenze idriche ed elettriche, spese pulizia degli ambienti. 

Il Comune di Lecce coprirà le seguenti fasce orarie di apertura: 

Duomo fascia 12.30 – 13; 

Chiesa di Sant' Irene 13-16 e 18-20; 

Basilica di Santa Croce 12.30 – 16; 

Chiesa di San Matteo 12 – 16; 

CHiesa di Santa Chiara 12 - 16 e 18 – 20;

“In collaborazione con la Curia Arcivescovile anche quest'anno garantiremo a chi visita Lecce di non restare alla porta davanti all'ingresso delle principali chiese barocche della città nelle ore centrali della giornata – dichiara l'assessore al Turismo Paolo Foresio – Lo facciamo in vista della messa a punto di un programma più strutturato che veda anche l'Università tra i partner e che garantisca risorse e accessibilità al patrimonio culturale della Lecce 'Città Chiesa'. Abbiamo il dovere di valorizzare ai fini della fruizione culturale il patrimonio di un'epoca che ci ha regalato, oltre alle meravigliose facciate, anche gli splendidi interni del Barocco leccese, le architetture, gli altari e le pitture preziose poste all'interno dei luoghi di culto”.

La redazione  

Nella foto il Duomo di Lecce

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 520

Campo Montefusco: si allargano gli orari di apertura

Un cambio di passo in merito alla disponibilità del più grande impianto sportivo cittadino. Su impulso dell'assessore allo Sport Paolo Foresio, il campo Montefusco di Santa Rosa amplierà da oggi, lunedì 7 agosto, gli orari di apertura al pubblico. 

Grazie alla disponibilità della Lupiae Servizi, gli sportivi e i cittadini che vorranno beneficiare di attrezzature e aree a verde del parco potranno accedere ogni giorno anche nelle ore della pausa pranzo e le domeniche fino alle 22.30. Inoltre il campo resterà aperto, a differenza degli anni passati, durante tutta la settimana di Ferragosto, a beneficio di leccesi e turisti. 

“Abbiamo deciso di dare subito una risposta alla richiesta pressante degli sportivi leccesi che più volte in questi anni ci hanno chiesto una maggiore fruibilità del Campo in relazione agli orari di apertura – dichiara l'assessore Foresio – Vogliamo andare incontro alle esigenze di chi lavora e non vuole rinunciare a fare sport durante la pausa pranzo e alle esigenze  delle famiglie che dalla prossima domenica potranno beneficiare di una area a verde attrezzata per lo sport per trascorrere qualche ora di relax”. 

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 1861

Parco di Belloluogo

Periferico ma enorme: è il Parco di Bellolugo, il più grande spazio green della città di Lecce.

Infatti, grazie ai suoi circa 70mila metri quadrati di verde pubblico, l’area si presta ad ogni tipo di attività all’aria aperta, sia di tipo motorio che culturale o magari per fare una pausa ristoro, senza trascurare una specifica area riservata agli amici a quattro zampe.

Posizionato lungo l'asse parallelo-interno di via Taranto il Parco di Belloluogo (riaperto nel dicembre del 2016 dopo una prima inaugurazione avvenuta 2012), è fruibile al pubblico da due ingressi.

In totale quindi grande quanto circa dieci campi di calcio messi insieme, il Parco Belloluogo attende solo di essere esplorato e vissuto passo dopo passo per raggiungere al termine, se si entra da viale San Nicola a poca distanza dalla zona Obelisco/Porta Napoli, la Torre del XIII secolo.

Parco Belloluogo di Lecce
Orari di apertura
Dal 1° novembre al 30 marzo: 8-20
Dal 1° aprile al 30 ottobre: 8-23

Cancelli di ingresso: via vecchia Surbo 1 D e viale San Nicola

Prima di entrare si consiglia di leggere il regolamento delle attività NON consentite nel parco-

Pino Montinaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.