Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 14

XX Fce: Ulivo d'argento a Frassica, Minaccioni e Siani

Il Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica, a Lecce dall’8 al 13 aprile al Multisala Massimo, propone una sezione non competitiva dedicata alla Commedia europea e alla Nuova Commedia Italiana, con cinque lungometraggi europei in anteprima e proiezioni e incontri con i tre ospiti italiani di questa edizione: Nino Frassica, Paola Minaccioni, Alessandro Siani.

Da alcuni anni il Festival di Lecce si propone di portare avanti una riflessione sulla commedia europea e italiana insieme ad artisti, produttori, sceneggiatori e giornalisti. Tra gli ospiti delle passate edizioni Claudio Bisio, Francesco Bruni, Edoardo Leo, Riccardo Milani, Luca Miniero, Neri Parenti, Ilenia Pastorelli, Maria Sole Tognazzi, Carlo Verdone.

Negli ultimi quattro anni, con una sezione dedicata alla Commedia Europea e tre edizioni degli “Stati Generali della Commedia Italiana”, curate da Marco Giusti, è stato fatto il punto sulle tendenze del genere, sull’evoluzione web della comicità e sull’emergere del ruolo femminile.

Nel ventesimo anniversario, il Festival salentino allarga il proprio sguardo, rivolgendolo anche ai personaggi particolarmente rappresentativi del genere. Quest’anno sono ospiti a Lecce Nino Frassica, Paola Minaccioni e Alessandro Siani, che riceveranno l’Ulivo d’Argento per il loro contributo alla Nuova Commedia Italiana.

I tre artisti incontrano gli studenti al mattino e il pubblico leccese in appuntamenti pomeridiani moderati da Valerio Caprara, Marco Giusti, Enrico Magrelli.

Martedì 9 aprile è la giornata dedicata a Paola Minaccioni con la proiezione di Allacciate le cinture di Ferzan Ozpetek (Italia, 2014); venerdì 12 aprile sarà ospite Alessandro Siani con proiezione di Il principe abusivo di Alessandro Siani (Italia, 2013); sabato 13 aprile è la volta di Nino Frassica con la proiezione di Il Bi e il Ba di Maurizio Nichetti (Italia, 1986).

Cinque film in anteprima per la Commedia Europea

Butterflies di Tolga Karaçelik (Turchia, 2018). Tre fratelli ritornano dopo 30 anni nel loro villaggio, su richiesta del padre, appena morto, che nel suo testamento ha chiesto di essere sepolto solo quando le farfalle arriveranno nel villaggio per morire. I tre fratelli, che non si conoscono, saranno costretti a restare nel villaggio ad aspettare che il tempo scorra. Il percorso di reciproca conoscenza e di riscoperta del padre sarà un’occasione per conoscere meglio anche se stessi.

Happier times, Grump di Tiina Lymi (Finlandia, 2018) racconta la volontà di uno scontroso anziano che vuole morire, perché ha fatto tutto quello che doveva e la sua vita non ha più senso. Ma proprio quando la sua bara è ormai pronta, una nuova vita bussa alla sua porta... 

Hopelessly devout di Marta Díaz de Lope Díaz (Spagna, 2018). Carmen, devota cattolica di Malaga, sta per essere eletta a capo della locale confraternita religiosa, ma tutto va in fumo quando le viene preferito il suo peggior rivale. La vita però ci sorprende sempre e quella che all’inizio sembra una situazione terribile, potrebbe trasformarsi in un’opportunità per Carmen di realizzare il suo sogno.

I feel good di Benoît Delépine, Gustave Kervern (Francia, 2018). Monique dirige una comunità Emmaus nei pressi di Pau, nel Sud della Francia dove, dopo diversi anni, ritorna suo fratello Jacques, un buono a nulla con un’unica ossessione: trovare l’idea che lo renderà ricco. Più che una rimpatriata di famiglia, sarà lo scontro tra due visioni del mondo. 

What Have We Done to Deserve This? di Eva Spreitzhofer (Austria, 2018) è la storia di Wanda, viennese, femminista e atea, che vede avverarsi il suo peggior incubo quando la figlia adolescente decide di convertirsi all’Islam e indossare il velo. Wanda vede il suo mondo capovolgersi; ma riesce a trovare un sostegno in Hanife - madre di un’amica della figlia - arrivata in Austria 35 anni prima insieme ai genitori per sottrarsi all’antiquata usanza che impone alle donne di coprirsi i capelli... 

Il Festival del Cinema Europeo, ideato e organizzato dall’Associazione Culturale “Art Promotion”, è prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission e dalla Regione Puglia con risorse del Patto per la Puglia (FSC).

Si avvale inoltre del sostegno del Comune di Lecce e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Direzione Generale Cinema.

Il Festival del Cinema Europeo, riconosciuto dal MIBAC “manifestazione d’interesse nazionale”, è membro dell’Associazione Festival Italiani di Cinema, si pregia del Patrocinio del Parlamento Europeo e della collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, del S.N.G.C.I., della FIPRESCI, del S.N.C.C.I., del Centro Nazionale del Cortometraggio, dell’Agiscuola.

Media partner: Rai Radio3, Cinecittà News, Cineuropa, FRED Film Radio

Technical partner: Rai Cinema Channel, Augustus Color, Passo Uno, futuroRemoto Gioielli

Comunicato stampa

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 30

''Van Gogh the immersive experience''

Da ieri presso il Convento degli Agostinani, ubicato all’ingresso di Lecce proveniente da Brindisi, è possibile visitare, fino al 16 giugno, la mostra multimediale “Van Gogh the immersive experience”.

Un avvenimento esclusivo di vasta eco, partito da Bruxelles giunge ora a Lecce dopo un lungo itinerario in giro per l’Europa, grazie a Quarta Agency e Music One Italia, prodotta da Exhibition Hub in collaborazione con Next Exhibition.

L’opera del genio pittorico olandese si presenta in una veste del tutto inedita con un percorso multisensoriale fatto di enormi schermi interattivi ad altissima risoluzione che proietteranno i più famosi capolavori dell’artista in versione 3D mapping.

Grazie inoltre alla dotazione di particolari visori e auricolari, il visitatore avrà l’occasione di immergersi totalmente nelle suggestive immagini in movimento ed assisterà così a quella che in gergo viene detta realtà aumentata.

Un abbraccio visivo a 360 gradi in cui le pareti spariscono per fare spazio ad un universo onirico di tinte prodigiose. Il fascino di questo momento siamplificherà grazie ad una emozionante colonna sonora ad accompagnare l’intero viaggio virtuale. Non una semplice mostra dunque ma un vero e proprio iter didattico rivolto alle famiglie, gli studenti e ad un pubblico eterogeneo.

 

“Van Gogh the immersive experience" dal 16 marzo al 16 giugno

Convento degli Agostiniani, viale De Pietro, Lecce

ORARI DI APERTURA: dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 20.

Sabato e Domenica dalle 9 alle 22.

Biglietti in prevendita on line su TicketOne, Go2, CiaoTicket e nei punti vendita autorizzati.

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 32

Laica Carnival Party, terza edizione

Domenica 10 marzo torna l'atteso appuntamento con Laica Carnival Party: l'evento, giunto alla terza edizione, sarà ospitato all'interno della suggestiva cornice del foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce ripristinando l'antica tradizione delle feste in maschera nei teatri.

Una festa danzante in pieno stile Laica, dove raffinatezza e gusto si sposeranno al divertimento tipico del Carnevale, con maschere e travestimenti originali.

L'intrattenimento musicale sarà live con gli Intercity, band capitanata da Ciky Forchetti, e a seguire un dj set continuerà a far ballare fino a tarda notte.

Il Food & Beverage sarà ad appannaggio di Natale.

Le porte del foyer apriranno alle ore 21.00.

Ingresso 10 euro.  

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 38

Festa della Madonna Addolorata a Galugnano

La venerazione della Madonna Addolorata e la folkloristica accoppiata con i muscari comosum accomunano due bellissimi borghi della Provincia di Lecce: Acaya e Galugnano, forse perché dal 1294 il feudatario Gervasio d’Acaya ebbe in concessione contemporaneamente i castelli delle due frazioni da Carlo I d’Angiò.

Così, nel corso dei festeggiamenti per la Madonna dell’Addolorata, la tradizione vuole che al classico culto religioso si affianchino una serie di manicaretti a base di pampasciuni, gustoso frutto della terra salentina, sapientemente cucinato dalle famiglie galugnanesi.

Quest’anno, l’Amministrazione Comunale di San Donato ha previsto per il 9 marzo all’interno del calendario di eventi per i festeggiamenti della Madonna una lunga serie di iniziative nella splendida cornice del Palazzo Dellanos.

Aprirà la giornata un incontro per ammirare la preparazione di piatti a base di “pampasciuni” da parte di chef rinomati del territorio alle 10, curata dall’Assessore alla Frazione, Ilenia Taurino.

Alle 17 un importante seminario introdotto dal Consigliere al Turismo, dott. Andrea Munno, vedrà intervenire sul tema il prof. Salvatore Tanieli, docente dell’Istituto Agrario, Massimo Vaglio, scrittore e gastronomo e il prof. Pietro Santamaria, responsabile del Progetto Biodiverso dell’Università di Bari, moderati da Pantaleo Rollo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno.

A seguire una gara di ricette che vedrà sfidarsi gli iscritti con variazioni sul tema, tutte a base dell’ingrediente principe della giornata.

Concluderà la giornata alle 20 il concerto dei Bashaka Indie in Piazza Umberto I dove ad accogliere i visitatori ci saranno tanti stand gastronomici con piatti tipici della tradizione salentina.

“Grande fermento ed entusiasmo - spiega il Sindaco, dott. Alessandro Quarta - per l’appuntamento con la nostra tradizione ed altrettanto grande è l’attesa e la curiosità per la gara di ricette che coinvolgerà tantissimi concittadini che si sfideranno a suon di fornelli per tenere vivo il folklore del nostro comune che attrae visitatori e buongustai e valorizza un prodotto della nostra terra squisito e salutare”.

“Continua il processo di crescita e promozione del territorio - conferma Munno - attraverso la valorizzazione delle tradizioni e dei nostri prodotti, eccellenze che il resto del mondo invidia al Salento”.

“Il calendario di eventi previsti per Galugnano - conclude l’Assessore Taurino - sottolinea la ferma volontà che questa Amministrazione ha di mettere la frazione al centro, di farla scoprire a visitatori e concittadini, offrendo un punto di vista sempre nuovo ed affascinante”.

Comunicato stampa

Nella foto Palazzo Dellanos - Galugnano -

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 26

Talenti in Palcoscenico 2019: trionfo di premi per il Balletto del Salento

Un'altra straordinaria edizione del Concorso internazionale di danza Talenti in Palcoscenico si è appena conclusa confermando un elevato livello artistico e un corpo docenti d'eccezione. Tra gli oltre 350 ballerini che hanno preso parte allo stage e al concorso organizzato dal Gruppo Valentini, particolarmente brillante è stato il risultato conseguito dal gruppo di ballerine del Balletto del Salento, la scuola di danza della Maestra Vera Giannetto con sede a Trepuzzi.

A giudicare le esibizioni sono stati dei Maestri fra i più qualificati e titolati: per la danza classica Frédéric Olivieri, presidente di giuria e direttore della Scuola e del Corpo di ballo del Teatro alla Scala, Marisa Caprara, Maître e Presidente AIDA, Piotr Nardelli, Professore ospite nei più grandi teatri del mondo tra cui l'Opéra di Parigi, il Teatro alla Scala, il Royal ballet di Stoccolma, l' Australian Ballet e moltissimi altri, Pino Alosa, Solista e Primo Ballerino presso Louis Falco Dance Company, Grand Theatre Geneve, Aterballetto; per la danza contemporanea e modern-jazz Attila Joey Csiki, Danzatore del New York City Ballet, Tokyo Ballet Company e coreografo e docente presso Lubovitch Dance Company e Peridance Capezio Centre, Idan Sgarabi, Ballerino del Netherlands Dance Theater, Batsheva Dance Company e coreografo residente presso Royal Danish Ballet, Dance School Hamburg, Alvin Ailey School e Springboard Dance Montreal e Lorand Zachar, coreografo Internazionale presso Budapest Dance Theatre, Codarts Rotterdam Dance Academy, Djazzex Dance Company.

Al cospetto di questo parterre de roi, le allieve del Balletto del Salento hanno portato a casa anche quest'anno un trionfo di premi, borse di studio e complimenti della giuria. Due sono stati i primi posti assegnati: il primo posto per la categoria Pas de Deux di danza classica giovanissimi/allievi è stato consegnato a Martina Miglietta e Marina Parente, rispettivamente di 11 e 12 anni, per la coreografia "Les Minous" corredato da una borsa di studio valida per lo stage estivo "Follow Dance", e un altro primo posto nella categoria Gruppi danza classica allievi a Sara Pezzuto, Martina Miglietta e Marina Parente per la coreografia "Sailor's Dance".Sara Corvino e Sara Pezzuto, di 9 e 11 anni, hanno conquistato il secondo posto nella categoria Pas de Deux danza modern-contemporanea giovanissimi/allievi per la coreografia "Tik Tok".

Due, infine, sono stati i terzi posti assegnati: uno nella categoria Solisti danza classica giovanissimi a Sara Corvino per la coreografia "Cappuccetto Rosso" e un altro nella categoria Gruppi danza moderna giovanissimi ad Agrimi Martina, Corvino Sara, Lecciso Asia, Grassi Giulia, Maniglio Dania, Mazzotta Caterina, Mosca Dalila e Rimini Azzurra che si sono esibite nella coreografia "Una Carezza".

Una delle allieve del Balletto del Salento, Marina Parente, è stata inoltre selezionata dalla giuria che le ha destinato una borsa di studio al 100% per una settimana di studio presso il "Centro Formazione AIDA-Milano".Particolarmente felice dello straordinario esito del concorso la Maestra Giannetto: "Anche quest'anno, per la 16esima edizione di Talenti in Palcoscenico, le mie allieve hanno avuto la possibilità di confrontarsi con un corpo docenti di calibro internazionale e per noi è un onore portare a casa questi grandi riconoscimenti conferiti da Maestri assoluti della danza. Continueremo a studiare e a perfezionarci sfruttando ogni occasione di formazione e crescita come questo stage e concorso che ogni anno portano in Puglia delle straordinarie opportunità per le ballerine in erba".

Comunicato stampa

Nella foto la maestra Vera Giannetto e alcune sue allieve insieme al maestro Piotr Nardelli 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.