Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 62

Slow Food Lecce: gli appuntamenti di febbraio e marzo 2019

Riprendono gli appuntamenti promossi da Slow Food Lecce. Martedì 12 febbraio Si parte dal Duo Ristorante di Fabiano Viva, in via Giuseppe Garibaldi a Lecce, un "tour" tra ristoranti e osterie che proseguirà per tutto l'anno. Alla ricerca di antichi sapori e ricette innovative gli appassionati incontreranno osti, cuochi, chef e produttori, assaporando menù ricchi di passione per il Salento e per la Puglia. Un'opportunità di affrontare percorsi di degustazione a prezzo speciale. Il primo appuntamento è con Fabiano Viva, un passato da giornalista sportivo, conduttore tv e speaker radiofonico, e un brillante presente in cucina.

Dopo l'esperienza di "Posto Divino" a Felline, e un percorso di formazione in giro per l’Italia (anche con chef stellati) da un paio d'anni Fabiano ha aperto "Duo", un piccolo ristorante poco distante dal centro storico. Circa 25 coperti di "eleganza minimale e grandi materie prime", come si legge nella recensione del sito identitagolose.it. Il menù degustazione (al prezzo unico e speciale di 35 euro) prevede amuse-bouche di benvenuto, antipasto, primo, secondo e dolce. In abbinamento i vini di Vinicola Palamà. Info e prenotazione (obbligatoria) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3282620474.

Mercoledì 27 febbraio dalle 20.30 il Lilith Ristorante della Masseria Copertini sulla Vanze/Strudà a Vernole, ospita, per il secondo anno consecutivo, una serata dedicata al Quinto Quarto. L'evento nasce dalla collaborazione tra la neonata Confraternita del Quinto Quarto (goliardica compagine che  coinvolge gli chef Alfredo de Luca, Cosimo Russo, Matteo Romano,Maurizio Raselli, il macellaio Gino Amato e il ristoratore Claudio Tramis) e Slow Food Lecce. Il menù - che comprende i vini di Cantine Menhir - rappresenta un percorso attraverso il territorio nazionale alla scoperta dei sapori di una volta, quelli in grado di trasformare una pietanza popolare in un pasto da Re. "Il quinto quarto indica tutto ciò che non è compreso nei quattro quarti in cui sono normalmente sezionati gli animali durante la macellazione", sottolinea Carlo Petrini (Slow Food).

"Ne fanno parte le interiora, ovvero trippa, cuore, polmoni, reni (rognone), fegato, milza, animelle (una ghiandola corrispondente al timo presente nell’uomo), intestino tenue (chiamato pajata nel Lazio), testicoli (granelli) e mammelle, ma anche la testa, le cervella, la coda, le zampe. Nato come cibo povero, scarto da lasciare ai lavoratori del macello, il quinto quarto è nel tempo diventato protagonista di eccellenti quanto economici piatti della cucina popolare; piatti che, in tempi più recenti, sono stati scoperti anche dalla ristorazione alta”. Il costo del menù completo (appetizer - antipasto - primo - secondo - dolce - acqua - vino) è di 40 euro (35 euro per i soci Slow Food).  Posti limitati. Info e prenotazione (obbligatoria) 3939962150 - 3282620474 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

A marzo, in programma tre serate (5, 12, 19 marzo - dalle 20) per avvicinarsi al mondo della birra, una delle bevande alcoliche più antiche che l'uomo conosca, che affonda le radici nella nascita stessa delle grandi civiltà. Le Officine Culturali Ergot di Lecce ospiteranno il "Master of Food" dedicato alla birra prodotta in Belgio. Promosso da Slow Food Lecce il Master proporrà tre lezioni a cura di Francesco Muci con assaggi guidati per approfondire l’universo birraio. Il costo delle tre lezioni è di 90 euro. Posti limitati. Info e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3282620474.

 

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 33

Editoria. In arrivo nelle case dei cittadini di Lequile il primo numero di ''PrimaVera''

Nell’era della vita parallela sui social, a Lequile un gruppo di cittadini da alcuni mesi si dà appuntamento in biblioteca per confrontarsi sui vari temi che scaturiscono dal territorio. 

Un dialogo, promosso dall’assessore alla Cultura Antonio Spedicato, che con il passare del tempo si è rafforzato a tal punto da far nascere un nuovo periodico cartaceo: “PrimaVera”.

<<Quando ho proposto questa agorà del confronto - dichiara Antonio Spedicato- , in un contesto di arricchimento culturale come la biblioteca comunale, ho sin da subito trovato un ampio consenso di partecipazione. Un “Faccia a faccia” reale che ha portato alla nascita a Lequile, dopo oltre quarant’anni di assenza, di un nuovo punto di informazione cittadina.

Con “PrimaVera”, un nome che racchiude in sé molteplici significati, tra cui anche il cognome di un artista a noi molto caro,  -conclude l’assessore alla Cultura - intendiamo così bussare alle case dei lequilesi e portare il nostro punto di vista sulla nostra Comunità>>.

Un ritorno alla socializzazione in piazza che per l’occasione vedrà la presentazione del nuovo progetto editoriale sabato 2° febbraio alle ore 19 presso Palazzo Andrioli. Ingresso libero.

“PrimaVera”, redazione: Anna Bruno, Marcello Buttazzo, Andrea Colucci, Fabio Coppola, Vito De Lorenzi, Gabriele Greco, Milena Guarascio, Francesco Liaci, Augusto Lofari, Mattia Mancarella, Sara Margiotta, Pino Montinaro, Lorenzo Perrone, Giovanni Petrigliano, Alessio Rizzo, Antonio Spedicato, Marco Spedicato, Vito Varratta. Direttore responsabile: Anna Grazia D’Oria

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 26

I Segreti sabato 2 febbraio per l'unica data in provincia di Lecce ai Garaci Collettivi

La rassegna musicale si fa sempre più interessante ai Garaci Collettivi di Melendugno dove, sabato 2 febbraio, si esibiranno per l'unica data in provincia di Lecce I Segreti con "Qualunque cosa sia un tour".

La band, originaria di Parma e nata pochi anni fa dall'incontro tra Angelo Zanoletti (voce, tastiera e sintetizzatori), Emanuele Santona (basso) e Filippo Arganini (batteria), rappresenta una delle novità più stimolanti dell'attuale scena indie italiana che brulica di nuovi gruppi tra i quali, però, sono in pochi a lasciare davvero il segno.

Una sana gavetta li ha visti aprire concerti non di poco conto nel circuito indipendente, da L'officina della camomilla ai Selton passando per Giorgio Poi e Viito. Nel 2015 autoproducono il loro primo EP e, finalmente, nel 2018 pubblicano il primo album dal titolo "Qualunque cosa sia" (Futura Dischi), subito balzato in vetta agli ascolti di Spotify che ha anche dedicato la copertina della playlist "Indie Italia" alla band parmense.

Saranno proprio le canzoni contenute nel disco d'esordio, a cavallo tra il pop e il cantautorato, a dare vita al live presso i Garaci Collettivi, un concept bar in stile industrial che fa risuonare la cittadina di Melendugno con una programmazione musicale che spazia dai dj set ai concerti con sound sempre diversi e ricercati.

Ingresso libero.  

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 92

San Donato di Lecce città d'arte

Con determina dirigenziale, del Servizio Sviluppo del Turismo – DIPARTIMENTO Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio – REGIONE PUGLIA viene ufficializzata, oggi, 28 gennaio 2019, “l’inclusione del comune di San Donato di Lecce (LE) nell’elenco regionale dei comuni ad economia a prevalenza turistica e città d'arte di cui alla D.G.R. n.1017/2015”.

Il Sindaco della neo città d’arte, Alessandro Quarta, esprime a caldo, viva soddisfazione per il prestigioso riconoscimento. “Uno storico ed eccezionale risultato per San Donato e Galugnano. La nostra peculiare storia, cultura, arte e i nostri eventi, artisti, monumenti sono ormai un vero e proprio patrimonio regionale da far conoscere a tutti.  San Donato può contare sulla bellezza architettonica dei suoi pregiati  monumenti. A Galugnano, la Chiesa dell’Annunziata - dello Zimbalo -  la Chiesa della Madonna della Neve, con ciclo pittorico e affreschi della stessa scuola della Basilica di Santa Caterina d’Alessandria di Galatina, i numerosi menhir disseminati sul territorio, un insediamento protostorico dell’età del bronzo, tra i più grandi dell’Italia meridionale. Un patrimonio che, unitamente ai nostri sforzi di comunità, oggi ha avuto il giusto e considerevole riconoscimento. Ricordiamo che San Donato di Lecce vanta una delle prime e più significative esperienze nel circuito dei presepi viventi di Puglia che rappresenta -grazie all’impegno costante dell’Associazione di volontariato “Amici del Presepe”, guidata da don Donato De Blasi – un evento, giunto alla 25 edizione, che è motivo di richiamo turistico per tutta la regione".

"E, ancora - continua il sindaco di San Donato-, Il museo della civiltà contadina – Terra di Vigliano con la biblioteca “G. De Blasi” e la Casa Museo Martina sono, a tutti gli effetti, importanti testimonianze di memoria storica, culturale e popolare, otre che contenitori e  laboratori esperienziali per gli studenti delle scuole della provincia.  San Donato di Lecce sì è sempre caratterizzata per una certa vivacità intellettuale artistica e sportiva. Ha dato i natali a rappresentanti del panorama musicale salentino e internazionale, come i SSS (Sud Sound System). Tra i talenti letterari , come non ricordare Giovanni De Blasi ( scrittore, storiografo e poeta), Gino Perrone (poeta), Pippi Vese (critico d’arte e cantore dei borghi salentini). Giuseppe Zilli, affermato pittore e scultore che ha presentato le sue opere nelle più importanti fiere d’arte (Bologna, Padova, Bari). E’ stato tra i protagonisti della Biennale di Venezia del 2011. E come dimenticare, l’elevata concentrazione di talenti calcistici sul nostro territorio, che non ha eguali sull’intero territorio pugliese.. Pensiamo a Pasquale Bruno, Domenico Progna, Giuseppe Luceri, Fabrizio Miccoli.

San Donato ha dimostrato di essere una città viva, con un cuore pulsante, capace di rigenerarsi e reiventarsi, grazie ad una attenta politica di marketing territoriale  tesa a valorizzare tutte quelle peculiarità, che fanno parte del suo tessuto produttivo e socio-economico. L’estate appena trascorsa è stata un continuo fermento di iniziative culturali, sociali e sportive. Pensiamo ad eventi come il Festival dell’ambiente, il Torneo dei quartieri, La festa de lu pane cunzatu, Note di sapori e cultura, Jazz in goal che hanno avuto il merito di catalizzare l’attenzione e far convergere un vasto pubblico nella nostra città..

Sì, questo è un giorno felice per la nostra comunità. Un risultato importante, perché consente di acquisire molti punti nei vari bandi regionali e questo, a sua volta, dà possibilità di finanziamento ancora più concrete per i progetti in cantiere. Un applauso alla mia amministrazione che ha avuto il merito, la forza di argomentazione ed il coraggio di ambire ed ottenere un riconoscimento così importante che valorizza il nostro territorio e le sue risorse (in tutte le forme) su scala regionale e nazionale.  E’ un successo di San Donato e Galugnano di cui essere fieri ed orgogliosi, senza dimenticare,  a nome di tutta la cittadinanza, un sentito ringraziamento agli uffici e all’assessorato al turismo di Loredana Capone.”

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 29

Obiettivo 2034: Il salvataggio del sistema di imprese balneari italiane. Il convegno sabato 19 all'Hotel Tiziano

Sabato 19 gennaio, a partire dalle ore 15.30, l'Hotel Tiziano di Lecce sarà la cornice di un importante convegno che raggruppa le sigle sindacali più rappresentative del settore turistico intorno ad un argomento di stretta attualità: "Obiettivo 2034: Il salvataggio del sistema di imprese balneari italiane".

Organizzato dall'associazione Laica e da CNA Balneatori Puglia, il convegno prenderà spunto dalle recenti notizie in merito all'applicazione della "direttiva Bolkestein" e alla validità delle concessioni balneari per entrare nel merito del futuro dell'intera filiera turistica a partire da proposte e azioni di sviluppo sinergiche e programmatiche.

Ad aprire i lavori e le relazioni di un parterre d'eccezione, sarà il dott. Salvatore Di Mattina, che introdurrà gli argomenti che verranno via via approfonditi da ciascun relatore e moderati dalla dott.ssa Francesca Lubelli.

Seguiranno gli interventi del dott. Massimo Salomone, Coordinatore Turismo di Confindustria Puglia, del dott. Roberto Fatano, Presidente dell'Associazione Laica, del dott. Luigi Derniolo, Presidente Confartigianato Imprese Lecce, del dott. Mauro Della Valle, Presidente Federbalneari Puglia e del dott. Fabrizio Santorsola, Presidente CNA Balneatori Puglia.

Interverranno inoltre l'On. Rossano Sasso e l'On. Anna Rita Tateo, entrambi deputati della Lega, mentre concluderà il Senatore Roberto Marti, promotore dell'emendamento salva-balneari che consente ai lidi presenti sull'intero territorio nazionale di non dover procedere allo smantellamento delle proprie strutture una volta archiviata la stagione estiva ma di poter sostanzialmente restare aperti tutto l'anno.

Comunicato stampa

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.