Lecce App
  • Categoria: News
  • Visite: 103

Mostra, Carlo V: ''The Allure of Horses'' - Creature equestri. Una passione inglese''

A quattro anni di distanza, l’artista di fama internazionale Uli Weber torna nel Salento con una nuova mostra fotografica, “The Allure of Horses” [Creature Equestri. Una passione inglese], per celebrare quella che è considerata la passione Britannica per eccellenza: il mondo equestre.

La nuova esposizione di scatti d’autore, ospitata al Castello Carlo V di Lecce e organizzata in collaborazione con Theutra – Officina della Cultura e OasiMed, sarà presentata il 17 aprile alle ore 18.00. 

La mostra, che comprende una selezione d’immagini tratte dal libro di Uli Weber pubblicato da Assouline, conduce l’osservatore in un viaggio nelle diverse comunità equine, dal Cambio della Guardia della Household Cavalry, ai brividi del campo da polo, fino alla monta all’amazzone in una calda serata d’estate in campagna. Esaminando in modo unico l’intimo legame che unisce gli umani ai cavalli, questa mostra, non solo ci restituisce attimi di grande pathos, ma riesce al contempo a ridefinire il misterioso, simbiotico e ancestrale rapporto fra uomo e animale -  cavallo e cavaliere.

Per riprendere le parole di Kate Reardon nella sua prefazione al volume “Ciascuna di queste foto è un’asserzione artistica”. Tuttavia, in ognuna di queste immagini ciò che risalta non è solo la maestria della tecnica fotografica, ma il modo in cui Weber è riuscito a cogliere l’intero spettro del mondo equino, dallo sfavillante e sontuoso scenario degli ippodromi, alla schiumante quotidianità della vita dei cavalli da tiro. 

Pressoché tutte queste magnifiche foto sono state realizzate nell’arco degli ultimi sei anni in varie grandi proprietà terriere e tenute sparse in Gran Bretagna.

“The Allure of Horses” è la terza mostra che Uli Weber tiene a Lecce. In precedenza si ricordano quella del 2015 presso il MUST dedicata al “Goodwood Revival”, sorta di prequel spirituale di “Il fascino dei cavalli”, e quella ospitata a Palazzo Vernazza nel 2011, “Ritratti”, nella quale furono presentate opere tratte dal suo portfolio pieno di stelle che comprende i ritratti di tutte le celebrità, da Eddie Redmayne a Rachel Weisz, da Jeremy Irons a Placido Domingo. 

Uli Weber si è guadagnato una fama mondiale come ritrattista. Il suo lavoro è stato insignito dell’Hasselblad Masters Award nel 2006 ed è stato pubblicato su Vogue, Elle e GQ, le sue opere inoltre sono state esposte al Victoria and Albert Museum e alla Saatchi Gallery. 

Secondo Ivan Shaw, che è stato Direttore della fotografia di American Vogue, la sua padronanza dell’arte della fotografia può essere paragonata a quella del maestro Henri Cartier-Bresson.

“Grazie al suo modo unico di guardare i soggetti, Uli è riuscito a fare propria, arricchendola con il suo talento personale, la tradizione di tutti quegli artisti che nel corso dei secoli hanno esplorato il rapporto speciale fra uomo e cavallo”. Il Duca di Richmond

“Uli ha esplorato attentamente cosi tanti aspetti dello sfaccettato  mondo equestre da riuscire a svelarci una molteplicità di forme di questo splendido animale, il cavallo, al quale va la mia riconoscenza di tutta una vita”.

Frankie Dettori MBE [Fantino Italiano, x3 Campione Fantino Britannico, 1994, 1995 & 2004]

 

Comunicato stampa

 

Dal 17 aprile al 31 agosto 2019 

Mostra fotografica, “The Allure of Horses” [Creature Equestri. Una passione inglese]

Castello di Carlo V, viale XXV Luglio, Lecce

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.