Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 62

Dall'1 febbraio Agostiniani aperti al pubblico tutti i giorni

Da mercoledì 1 febbraio 2023, il complesso degli Agostiniani che comprende il chiostro, la chiesa e il giardino di OgniBene sara aperto al pubblico con ingresso libero tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.

In una delle sale al piano terra troverà posto anche la carrozza dei sindaci di Lecce, che risale al secolo scorso e che era custodita all'interno del Castello Carlo V.

L'apertura di chiostro, chiesa e giardino si aggiunge a quella della Biblioteca OgniBene che occupa l'edificio satellite del complesso con i suoi specifici orari: il martedì dalle 15 alle 19 e dal mercoledì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

L'intero complesso, quindi, sarà fruibile in ogni sua parte e si connoterà sempre più come polo culturale dedicato alla lettura e alla storia della città.

Nel progetto di valorizzazione del complesso, il primo piano dell'edificio è destinato ad ospitare l'Archivio Storico Comunale, per il quale partono ufficialmente le procedure che porteranno entro i prossimi due anni al trasferimento dei due fondi che lo compongono. Proprio mercoledì 1 febbraio, infatti, saranno avviate le attività che porteranno prima alla catalogazione di tutti i documenti, poi alla loro digitalizzazione e infine al loro trasloco nella sede definitiva, servizi archivistici affidati con procedura di evidenza pubblica e aggiudicati alla Coop. Soc. Imago.

Finanziato con la somma di 475mila euro dal Ministero della Cultura, il progetto di tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione dell'Archivio Storico ha l'obiettivo di garantire la conservazione dei documenti, di dotarli di un ordine e di un inventario analitico, di consentire ai cittadini l’accesso e la consultabilità anche attraverso la sua digitalizzazione e di svolgere attività di produzione e promozione culturale sulla storia della città, con l’uso di tecniche e strumenti digitali. Accanto all’archivio “fisico”, saranno allestite postazioni per la consultazione digitale e per la fruizione immersiva (video storytelling, teatro olografico, rappresentazioni per immagini) di contenuti ricavati dai documenti, mentre al piano terra, nei locali della chiesa, oggi sconsacrata, sarà allestita una sala polifunzionale dedicata ad iniziative culturali, incontri pubblici, piccoli spettacoli. Sarà inoltre realizzato il portale dell’Archivio Storico, che consentirà la fruizione anche da remoto dei documenti e dei contenuti digitali.

«Dopo l'inaugurazione della Biblioteca OgniBene nell'edificio satellite, con la scelta dell'Amministrazione di aprire al pubblico chiesa, chiostro e giardino degli Agostiniani tutti i giorni – dichiara l'assessora alla Cultura Fabiana Cicirillo – e con l'avvio dei servizi archivistici che porteranno al trasferimento dell'Archivio Storico prende sempre più corpo il nostro progetto di valorizzazione del complesso degli Agostiniani, connotato come un centro dedicato alla lettura, alla socialità e ae alla storia della città. Un vero e proprio polo culturale che già in questi anni con la rassegna Agostiniani Libri, il Festival Treccani della lingua italiana, Conversazioni sul Futuro, Kids e tante altre iniziative è entrato nelle abitudini dei leccesi. Adesso spero che lo farà ancora di più sulla scia del successo di OgniBene che continua a registrare numeri straordinari nelle iscrizioni ai servizi e nei prestiti».   

 

Note storiche

Il complesso degli Agostiniani fu fondato nel 1649 e sorge su un’area di 8.600 mq donata ai monaci dall’Università che, dieci anni prima, aveva deliberato di accogliere in città l’ordine agostiniano. I regolari abitarono il convento, intitolato a San Lorenzo, ed officiarono la chiesa, dedicata alla Vergine SS. Incoronata (Madonna di Ogni Bene), fino alla soppressione napoleonica nel 1810. A seguito della restaurazione borbonica il convento passò al Patrimonio Ecclesiastico Regolare e alla curia vescovile di Lecce.

L’intero complesso venne poi acquistato dal patrizio leccese Giovanni della Ratta che lo cedette ai minori osservanti francescani (1831), che intitolarono la chiesa ed il convento a S. Antonio da Padova, e vi istituirono lo studio generale prima di filosofia e poi di teologia, esistito fino al 1852.

A partire da questa data la struttura cambiò radicalmente la sua funzione, divenendo, nel tempo, caserma, magazzino comunale e poi sartoria militare fino agli anni Sessanta del XX secolo.

Nel 2017, dopo un lungo lavoro di recupero da parte dell’amministrazione comunale, la struttura è stata restituita alla città con il completamento degli spazi esterni e del giardino di Ogni Bene, una vasta area verde con frutteto caratterizzato da specie arboree autoctone e tipiche del paesaggio agrario salentino con querce, cipressi, specie da frutto ed orti ornamentali con specie erbacee perenni aromatiche e da fiore.

Comunicato stampa

 

Informazione flash: Il Convento degli Agostiniani si trova, provenendo da Brindisi, all'ingresso di Lecce o in uscita dal capoluogo provenendo dalla Villa Comunale. 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 100

Il trasporto pubblico di Lecce su Google Maps: linee, fermate e orari in tempo reale

Nei giorni scorsi Google, dopo un’attenta fase di sperimentazione e collaborazione con Sgm, ha reso disponibili nell’applicazione Maps tutti i dati riguardanti linee, orari, fermate e percorsi del trasporto pubblico locale di Lecce.

Anche nel capoluogo salentino, adesso è possibile utilizzare l’app Maps per consultare sui dispositivi mobili, smartphone e tablet (oltre che dal computer), tutti i percorsi e le linee attive del trasporto pubblico locale di Lecce

Utilizzando l’applicazione da Pc, ma soprattutto in mobilità, è possibile pianificare i propri spostamenti con il bus in città. Si possono scegliere destinazione, data e ora della partenza e dell’arrivo, ma anche avere informazioni sull’ultima corsa disponibile della giornata, per raggiungere un determinato luogo. A disposizione dell’utente anche una serie di opzioni per scegliere il percorso migliore, quello con il minore numero di cambi, con meno tratti a piedi, o quello accessibile con sedia a rotelle. Dopo aver impostato i parametri personalizzati l’app restituisce le diverse alternative di spostamento, a quel punto sarà sufficiente scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e consultarne tutti i dettagli.  

Ma non finisce qui, perché l’esperienza di viaggio potrà essere raccontata agli altri utenti che utilizzano il servizio, sempre attraverso l’utilizzo dell’app. Si possono descrivere, infatti, affollamento dei mezzi, il grado di accessibilità, la temperatura e la sicurezza a bordo, condividendo in rete tali informazioni con gli altri utilizzatori.

Con la rete del trasporto pubblico cittadino su Google maps offriamo finalmente lo strumento più popolare e conosciuto in assoluto che consentirà a cittadini e turisti di conoscere in tempo reale fermate, orari e percorsi e che per la sua affidabilità e precisione consentirà di attirare nuova utenza sui mezzi pubblici, tra quanti leccesi non hanno ancora utilizzato e i mezzi e tra quanti arrivano in città per la prima volta – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – Non è stato un percorso semplice, i dati da fornire a Google per garantire ai cittadini questo servizio sono stati acquisiti e lavorati nel corso della ristrutturazione della rete di esercizio, con la geolocalizzazione delle fermate, la realizzazione di tabelle orarie in linea con gli standard di Maps e tutto quanto altro richiesto. Ma non ci fermiamo qui, il prossimo passo sarà l’attivazione dei sistemi di geolocalizzazione dei mezzi, un servizio che forniremo di pari passi al raddoppio dei servizi minimi, che garantirà migliori frequenze. Oggi mi congratulo con il presidente Cantobelli, il direttore Guacci e con quanti hanno lavorato per il raggiungimento di questo risultato. Sul trasporto pubblico Lecce sta recuperando a grandi passi il terreno perso negli anni rispetto alle altre città, l’obiettivo, in un futuro vicino, è fornire un servizio all’avanguardia che possa convincere sempre più leccesi a utilizzare i mezzi pubblici, per una città più vivibile, meno inquinata, più efficiente”. 

“Con l’integrazione delle informazioni che riguardano il trasporto pubblico urbano della Città di Lecce sull’app Google Maps – dichiara il presidente Sgm Francesco Cantobelli - aggiungiamo un ulteriore tassello nel percorso di modernizzazione del servizio, agevolandone ancor di più l’utilizzo da parte dell’utenza. Si tratta di un ulteriore passo in avanti che consentirà di far conoscere il TPL non solo ai cittadini leccesi, ma anche ai turisti che arrivano in città e hanno bisogno di indicazioni aggiornate per muoversi facilmente in bus, magari pianificando i propri spostamenti, ancor prima di arrivare nel capoluogo salentino”.

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 211

''Autunno al Castello'': al via la nuova rassegna di eventi e visite al Carlo V di Lecce

Dopo il successo dello scorso anno, dal 9 ottobre al 3 dicembre torna la rassegna “Autunno al Castello” che proporrà una serie di appuntamenti per vivere gli spazi del Castello Carlo V di Lecce come luoghi di socialità e incontro, dove poter sviluppare interessi e passioni senza dimenticare il loro valore storico-culturale.

La rassegna è organizzata e promossa da Attraverso il Castello, progetto di valorizzazione del Carlo V, nato dalla collaborazione tra la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi e Lecce e le associazioni di promozione sociale 34° Fuso e The Monuments People, con il contributo di Marullo Costruzioni S.R.L., azienda che da anni collabora al restauro del patrimonio culturale e che al momento è impegnata nel recupero del secondo lotto del maniero, e Cantina San Donaci.

Gli appuntamenti di "Autunno al Castello" prenderanno il via domenica 9 ottobre in occasione di F@MU - Giornata nazionale delle famiglie al museo con un laboratorio dalle 10:30 alle 12 che porterà bambine e bambini a conoscere alcuni stemmi nobiliari delle famiglie del territorio e con il primo appuntamento di Morning Yoga, in collaborazione con Salento YOGA e l’insegnante Kamal Fanibanda che poi proseguirà nelle domeniche di ottobre (ore 10:30/12:30 - ingresso 10 euro).

Venerdì 14 ottobre alle 17 un Open Day riservato alle scuole con la presentazione delle attività proposte anche in altri 10 beni del territorio nei quali 34° Fuso e The Monuments People operano in collaborazione con gli enti gestori nella progettazione e realizzazione di laboratori educativi, visite attive e tour tematici o di connessione con il territorio.

Sabato 22 ottobre (ore 19 e 21 - visita e degustazione 15 euro), in collaborazione con il Birrificio Baff, torna "Birra a corte. Il Castello attraverso il gusto", una serata alla scoperta della storia della bevanda fermentata più diffusa al mondo per comprendere meglio il moderno concetto di birra artigianale.

Domenica 30 e lunedì 31 ottobre, in occasione della festa di Halloween, Attraverso il Castello propone una visita speciale basata su storie e racconti di paura ambientati nella fortezza.

Giovedì 11 novembre (ore 19 e 21 - ingresso 10 euro) nel giorno della festa di San Martino,  in collaborazione con Cantina San Donaci, uno speciale tour tematico con gioco a squadre allieterà i partecipanti che, sottoposti a indovinelli e quiz, conquisteranno un bicchiere di vino ad ogni risposta esatta lasciando a secco la squadra che avrà dato la risposta errata. Vincerà la squadra che arriverà alla fine del percorso brilla e felice.

Giovedì 24 novembre alle 19 la presentazione del libro “Guida completa al mondo Tolkien” di Oronzo Cilli, considerato tra i più importanti collezionisti al mondo di libri di e su Tolkien, membro della Tolkien Society inglese e presidente dell’associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani.

Sabato 3 dicembre, infine, torna "Il castello di tutti". In occasione della Giornata mondiale delle Persone con Disabilità saranno promossi i tour accessibili supportati dalla guida in LIS fruibile su tablet messi a disposizione.

Dal giovedì alla domenica (ore 10:30, 11:30 e 12:30 e 16, 17 e 18 - senza obbligo di prenotazione, raduno in Piazza D'Armi) sono disponibili i tour guidati che permetteranno ai visitatori di immergersi in totale sicurezza nella storia e negli ambienti del Castello esplorando prigioni, camminamenti di ronda, Cappella di Santa Barbara, Museo della Cartapesta. Costruito in età medievale a ridosso delle mura dell’abitato, il Castello subì numerose ristrutturazioni nel corso dei secoli successivi con interventi in età federiciana, angioina e aragonese. L’edificio, che ospitò Maria d’Enghien e Giovanni Antonio Orsini del Balzo, era circondato sui quattro lati da un profondo fossato. L’aspetto attuale è dovuto agli interventi voluti da Carlo V nella prima metà del Cinquecento e condotti dall’architetto Gian Giacomo d’Acaya.

 

Costo del servizio tour guidato intero - 8 euro

Ridotto Soci FAI - 6 euro

Ridotto under 18 (8-17 anni) e residenti a Lecce - 4 euro

Bambini (0-7 anni) - gratuito

Famiglia (due adulti + due under 18) - 20 euro

Gruppi organizzati (minimo 10 px) - 6 euro

 

Info e prenotazioni

3278773894 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook e Instagram @attraversoilcastello

 

Comunicato stampa

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 190

Orario dei bus: arriva anche a Lecce l'app Moovit

Nella giornata di ieri, 21 settembre 2022, -Moovit, app numero uno al mondo per la mobilità urbana già utilizzata da oltre un miliardo di utenti, il Comune di Lecce e SGM Società Gestione Multipla SpA, azienda di trasporto pubblico che opera nel capoluogo salentino, hanno presentato la partnership strategica per fornire tramite smartphone orari dei mezzi, posizione delle fermate e tariffe di viaggio.

La collaborazione è stata annunciata ieri mattina durante l’European Mobility Week, nella sede del Comune, alla presenza dell’Assessore alla Mobilità urbana sostenibile, Marco De Matteis, del Presidente SGM, avv. Francesco cantobelli, e della Partnership manager di Moovit in Italia, Carolina Vittucci. 

Una partnership che permette agli utenti di individuare velocemente tramite l’app Moovit le soluzioni migliori per raggiungere la propria destinazione e per conoscere l’orario di arrivo del mezzo pubblico alla fermata. 

All’interno dell’app Moovit sono state mappate le 21 linee operate da Sgm nell’area del Comune di Lecce e le circa 300 fermate presenti. L’applicazione garantirà agli utenti di poter pianificare i propri spostamenti, informandoli sui percorsi disponibili, sui cambi da effettuare per muoversi da un luogo all’altro della città con il trasporto pubblico, sui tempi di percorrenza a piedi, sui percorsi più veloci e comodi in base alla destinazione desiderata.  

Un servizio innovativo, che si rivolge non solo ai leccesi ma anche ai numerosi turisti o viaggiatori che ogni anno visitano la città di Lecce. Moovit è infatti disponibile in 46 lingue differenti e, grazie alla posizione Gps individuata dal dispositivo, imposta automaticamente l’area in cui ci si trova. 

Obiettivo della partnership è avvicinare sempre più i cittadini leccesi all’utilizzo del servizio di trasporto pubblico urbano utilizzando servizi innovativi che rendono semplice e istantaneo entrare in contatto con tutte le informazioni necessarie per utilizzare il bus.   

L’app Moovit è progettata per essere utilizzata con una sola mano grazie all’aumento della dimensione dei caratteri e dei principali tasti di navigazione, inoltre può essere facilmente utilizzata da utenti con disabilità visive grazie alle funzioni di VoiceOver e TalkBack che le guidano fino alla conclusione del viaggio. 

Moovit è l’unica app per tutti gli spostamenti urbani ed extraurbani, grazie anche alle solide partnership con numerosi operatori del trasporto pubblico nella regione Puglia, da Amtab a Cotrap Moovit indica in modo semplice e intuitivo il percorso più intelligente e conveniente con i mezzi pubblici. E se si entra in un’area specifica servita da servizi in condivisione - come ad esempio scooter sharing o bike sharing - o da taxi Free Now o Wetaxi l’integrazione è totale: oltre al trasporto pubblico, Moovit indica piccoli tragitti da compiere con servizi alternativi. 

​​«Poter pianificare il proprio viaggio con i mezzi pubblici, trovare a disposizione su app orari e linee, acquistare i ticket dal proprio telefono sono innovazioni importanti che avvicinano il cittadino al trasporto pubblico locale e a relazionarsi con questo servizio facendolo al passo con i tempi» dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis.​​«La partnership con Moovit stabilita da Sgm consente sempre più al servizio di trasporto pubblico leccese di integrarsi con i servizi digitali che rendono la nostra vita più semplice. Sono certo che i vantaggi saranno apprezzati dagli utenti e contribuiranno ad avvicinare sempre più persone all’utilizzo del trasporto pubblico in alternativa al mezzo privato, che resta la vera sfida per rendere più sostenibile la mobilità nella nostra città»   

​​«Ritengo questo accordo di collaborazione tra SGM e Moovit un ulteriore passo verso un servizio di trasporto pubblico urbano non solo più efficiente, ma anche più vicino all’utenza, che da oggi potrà più facilmente e più velocemente pianificare i propri spostamenti all’interno della città» sottolinea il Presidente SGM Francesco Cantobelli. ​​«Un segno ulteriore della volontà della Società, nel solco già segnato dall’attuale Amministrazione, di marcare una differenza sostanziale di prospettiva rispetto al passato e fare diventare il Trasporto Pubblico Locale centrale nella propria idea di impresa. Se ci voltiamo indietro vediamo il TPL in stato di abbandono, con un’inerzia circolare e fermate sbiadite e spesso inesistenti. Con il Comune abbiamo ripensato le linee, stiamo ricostruendo le fermate e, con Moovit, daremo la possibilità agli utenti di sentirsi parte di una città moderna che, dopo anni, ha finalmente deciso di avere lo sguardo rivolto al futuro». 

​​«Moovit vuole essere al fianco di tutti gli utenti dei mezzi pubblici: da chi risiede nei grandi centri urbani a chi vive nei centri abitati più piccoli» afferma Carolina Vittucci, Partnership Manager di Moovit in Italia. «La visione globale e l’esperienza tecnica di Moovit da oggi si uniscono alla territorialità di Sgm. Un connubio importante per offrire a residenti e turisti strumenti nuovi e innovativi per spostarsi in maniera veloce ed efficiente in Salento». 

L’app Moovit è gratuita e disponibile suiOS,Android eweb. Lanciata nel 2011, è oggi utilizzata da oltre un miliardo di utenti in più di 3500 aree metropolitane di 112 nazioni differenti. L’app Moovit combina e offre tutte le soluzioni di spostamento possibili: autobus urbani ed extraurbani, tram, metropolitane, treni regionali, taxi, bike sharing, car sharing e monopattini elettrici. 

 

Comunicato stampa 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: Info Tourist
  • Visite: 270

''Cacciatori di orizzonti'': la personale di Tornese al Must

Si inaugura domenica 18 settembre, alle ore 18.30, nelle sale al piano terra del Must – Museo Storico della Città di Lecce la mostra personale “Cacciatori di orizzonti” di Fulvio Tornese, visitabile fino al 18 gennaio 2023.

La mostra, a cura di da Melina Scalise, fondatrice e curatrice di “Casa-Museo Spazio Tadini” di Milano, presenta un excursus dell’attività artistica di Tornese nell’ultimo decennio fino a opere recentissime.  Il percorso creativo scelto per l’esposizione è una rilettura della sua opera su quello che Scalise definisce “lo spazio dell’Uomo”.  

Le opere presentate descrivono una ricerca pittorica che ha sempre orbitato intorno alle varie declinazioni dello spazio urbano. Sono evidenti i riferimenti all’arte del Novecento, alla metafisica surreale, alla Pop Art e al vastissimo mondo della Graphic Novel.

Ogni quadro di Tornese può essere considerato come una storia raccontata per immagini: paradossi immaginari o reali, città, figure umane, divinità protettrici appaiono così in singoli fotogrammi.

La mostra si compone di venti opere di vario formato, dalle opere su multistrato di carta alle grandi tele.

Tornese, architetto, ha frequentato il liceo Artistico e ha svolto un apprendistato nello studio di Giancarlo Moscara. Fra le varie mostre personali si annoverano esposizioni a Kuwait City, Barcellona, Roma, Milano, Pechino, Firenze e Parigi. È artista residente di Monteoliveto Gallery con la quale espone in numerosi saloni di Arte Contemporanea in Europa. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

«Fulvio Tornese affronta la tela bianca – scrive Scalise nel catalogo della mostra – con questo bagaglio d’esperienza e narrazione visiva alle spalle e mostra una particolare attenzione verso lo “spazio” e non stupisce dato che è anche un architetto. Come pochi artisti, riesce ad esprimere il nostro tempo. Non ha temuto di riprendere in mano la figura – superando anche le “mode” di una certa pittura - e si è concentrato sullo “spazio dell’Uomo” per raccontarlo, esplorarlo, ritrarlo e guardarlo con la “giusta” distanza per aiutarci a riscoprirlo, individuarlo, discuterlo, immaginarlo».  

«Siamo molto felici di ospitare al Must la personale di Tornese – dichiara l'assessora alla Cultura Fabiana Cicirillo – che ci permette di procedere nella direzione di valorizzazione degli artisti passati, presenti e futuri del territorio, che abbiamo voluto dare al museo quando lo scorso anno lo abbiamo riaperto dopo alcuni lavori di risistemazione e un nuovo allestimento. Nelle opere di Tornese che da domenica saranno esposte al Must centrale è il legame fra le persone e lo spazio urbano, un tema che sta molto a cuore alla nostra Amministrazione comunale, che cerca – su più fronti – di promuoverlo e migliorarlo». 

 

"Cacciatori di orizzonti"

mostra personale di Fulvio Tornese

Dal 18 settembre 2022 al 18 gennaio 2023 

Sale del piano terra del Must di Lecce, via degli Ammirati n°11

 

Comunicato stampa