Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 17

“Festival Giglio d’Oro”: c’è ancora tempo per iscriversi al primo festival canoro per ragazzi

Tra i propositi del nuovo anno in quel di San Cesario di Lecce c’è il progetto di far rinascere, dopo oltre trent’anni, il festival della canzone per l’infanzia.

Un’iniziativa, messa in campo nei mesi scorsi dall’Azione Cattolica della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova, che nel corso dell’ultima riunione di fine anno ha deciso di prorogare il termine ultimo per iscriversi alla prima edizione del “Festival Giglio d’Oro” al fine di favorire una maggiore partecipazione.

Una vetrina canora dedicata ai ragazzi dai 5 agli 11 anni, a quanti hanno nel cassetto un testo in lingua italiana inedito da tirare fuori e ai compositori. Un’occasione per le famiglie per far vivere ai propri figli un’esperienza di gruppo all’insegna del canto.

Un “Giglio d’Oro” (una denominazione scelta per rendere omaggio al Santo raffigurato con un fascio di gigli in mano) che vuol offrire un momento di festa nel segno dei valori dell’amicizia, rispetto e fratellanza oltre a cercare nuovi talenti.

Nell’attesa di salire sul palco per esibirsi, ed andare ad inaugurare il calendario dell’estate del Comune di San Cesario, quanti sono interessati possono inviare la propria iscrizione di partecipazione entro e non oltre  mercoledì 20 gennaio 2021.

Una registrazione che dopo aver letto attentamente il regolamento, disponibile presso la pagina Facebook “ Festival Giglio d’Oro”, si potrà inoltrare via email al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

In foto da sinistra a destra Antonio Tarantino, Alessandra Gabellone, Tonio Rollo, Cinzia Avantaggiato, Giacobbe Doria, Francesca Sivalli, Fernando Iavarone in rappresentanza del comitato organizzativo di cui fanno parte anche don Egidio Buttazzo, Paolo Tarantino, Antonio Lettere, Egidio Bruno e Giancarlo Greco.

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 58

''Il vaso rotto e i fiori'': la storia di Enrico Signorile, gocce di vita oltre la fine

Mentre si legge si riflette. Un pensare alle tante banalità quotidiane che ci “tormentano” quando invece dovremmo concentrarci di più nel far splendere la nostra vita irradiando chi  è intorno a noi.

È questo, a mio modesto parere, il messaggio che racchiude la storia di Enrico Signorile (deceduto all’età di 52 anni dopo aver dato battaglia per sette anni ad un tumore al fegato). Un uomo solare che la moglie Mariella ha voluto ricordare coinvolgendo l’amico Lucio D’Abbicco curatore del libro: “Il vaso rotto e i fiori” - con-vivere la malattia (e) generare la vita - .

Un titolo strano ma che in realtà svelerà la sua forza sui titoli di coda. Un epilogo preceduto da un racconto di vita avvolgente che, pagina dopo pagina, condurrà il lettore ad una riflessione intima.

“Il vaso rotto e i fiori” è pertanto un concentrato di testimonianze da parte di quanti hanno conosciuto da vicino Enrico. Dichiarazioni d’amore intervallate dagli interventi di Enrico. Un dialogo armonioso, ben impostato dal curatore Lucio D'Abbicco,, che porta ad un’altra riflessione: “Enrico, avrei tanto voluto conoscerti”.

Tracce di vita di veri valori che escono dal libro per andare incontro al lettore. Un passaggio di emozioni che al termine (settantanove pagine da leggere tutte di un fiato) non potranno che  continuare a vivere nel pubblico e, naturalmente, in chi ha avuto il privilegio di conoscere Enrico Signorile.

 

“Il vaso rotto e i fiori” (2020)

- con-vivere la malattia (e) generare la vita-

a cura di Lucio D’Abbico

Pagine: 79

edizioni la meridiana 

Costo: 14 euro

Il curatore rinuncia agli eventuali diritti in favore del Centro Regionale per la ricerca e cura dei tumori rari “Maria Ruggeri” presso l’Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari.

 

Pino Montinaro

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 23

Ztl h 18: la Giunta approva l'atto di indirizzo

Lo scorso 15 dicembre la Giunta comunale ha approvato una delibera con la quale viene confermato il perimetro della Zona a traffico limitato della città di Lecce: con questo atto si è ribadita la coincidenza della Ztl con l'area compresa nel perimetro delle mura della città antica e si è fatta sintesi dei provvedimenti assunti negli ultimi decenni sul tema della regolazione del traffico nell’area.

A valle di questo lavoro di sintesi, risulta che la situazione attuale della Ztl di Lecce vede la compresenza di una Ztl variabile, soggetta al controllo elettronico su otto accessi e coincidente con alcuni degli assi di attraversamento della città storica e una Ztl permanente, composta da vie e piazze meno centrali, dalle quali il traffico veicolare è interdetto h24, a eccezione degli aventi diritto, e non controllata da varchi elettronici (in un prossimo futuro anche questi accessi saranno controllati con l’attivazione di ulteriori dodici telecamere). A queste due differenti aree si aggiungono le aree pedonali.

Come è noto, lo scorso 30 luglio il Consiglio comunale ha approvato il nuovo Regolamento della Zona a Traffico Limitato, che disciplina in venticinque articoli l'accesso, la circolazione e la sosta nella ZTL e nelle aree pedonali, individuando le tipologie di pass per l’accesso e le categorie aventi diritto (per una sintesi: http://bit.ly/37Zh7uI).

Con la delibera di oggi, la Giunta ha dato mandato al dirigente del settore Mobilità di avviare tutte le azioni organizzative necessarie per il rilascio delle nuove autorizzazioni, al massimo biennali, per l’accesso alla Ztl variabile (controllato dalle telecamere) secondo le previsioni del Regolamento. L’accesso dovrà essere consentito nelle fasce orare 10-13 e 16-19 nei giorni feriali, con inibizione h24 nelle domeniche e giorni festivi.

La Giunta ha inoltre approvato le nuove tariffe da corrispondere all’ottenimento del pass Ztl, riportate nel pdf allegato. Per tutte le categorie di aventi diritto il costo del pass sarà di 10 euro totali per due anni (corrispondenti alle spese di istruttoria quantificate), sia per la prima che per la seconda auto (quando prevista). Per gli accessi occasionali le spese di istruttoria per l’ottenimento del pass ammonteranno a 5 euro. 

Altro indirizzo fornito al dirigente del settore Mobilità, l’istituzione in tutta l’area del Centro Storico della “Zona 30” e area a ciclabilità diffusa, con limite di velocità fissato a 30 km/h e istituzione di “sensi unici eccetto bici” intendendo come tali le strade a senso unico per i veicoli a motore che possono essere percorse in entrambi i sensi dalle biciclette.

I nuovi orari della Ztl e l’esclusività del rilascio delle autorizzazioni secondo il nuovo Regolamento sono subordinati all’emissione dell’ordinanza e degli altri provvedimenti che saranno necessari da parte del dirigente del settore Mobilità, che, considerato il necessario lavoro propedeutico e organizzativo, giungerà nei primi mesi del 2021.

La Ztl h18 rappresenta un altro tassello della strategia complessiva delle politiche della mobilità sostenibile a Lecce – dichiara l’assessore alla Mobilità Marco De Matteis –La Ztl h18, la zona 30 e una più puntuale definizione delle categorie aventi diritto al pass, rappresentano un passo verso la tante volte auspicata svolta ecologica che vogliamo imprimere nel quartiere più prezioso, dal punto di vista storico-monumentale e turistico della nostra città. Continuiamo a procedere seguendo quelle che sono le indicazioni del programma di mandato, scelto dai leccesi nelle urne e sostenuto con la maggioranza assoluta dei consensi, certi di interpretare il sentire di quanti vogliono una città più sostenibile e vivibile”.

Comunicato stampa

 

 

 

 

 

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 102

On line Bibliando.it, il portale del sistema bibliotecario della provincia di Lecce totalmente rinnovato

Bibliando.it consente l'accesso libero al catalogo delle biblioteche, ma è molto di più di un catalogo online, perché è una vera e propria piattaforma che consente agli utenti di avere un proprio spazio personale in cui memorizzare le ricerche, creare delle bibliografie, visualizzare l'elenco dei libri e degli eBook presi in prestito e quelli da restituire, prenotare il prestito di un libro anche chiedendo che venga consegnato in una biblioteca diversa da quella che lo possiede. E, ancora, fornisce informazioni complete e puntuali su tutte le biblioteche della retefacendo vedere quali sono aperte nell'esatto momento in cui lo consultiamo, racconta le loro attività e i loro progetti, presenta proposte e percorsi di lettura sempre rinnovati.

Il rinnovo di Bibliando.it, portale del sistema bibliotecario della provincia di Lecce, coordinato dalla Regione Puglia attraverso il Polo biblio-museale di Lecce, riguarda sia l’impaginazione grafica che l’aggiornamento dei contenuti e delle funzionalità.

In un momento particolarmente complesso e difficile per la socialità e per le attività culturali, ci è parso opportuno presentare il rinnovamento di questo ulteriore strumento che consentirà alle biblioteche di continuare a svolgere e rivendicare il ruolo di avamposti per l'accesso al sapere, alle competenze, alle informazioni. Si conferma così il ruolo di connessione tra istituzioni avviato grazie alla convenzione che lega Regione Puglia e Provincia di Lecce attraverso il Polo biblio-museale.

Tra le novità:

È stata implementata la sezione della biblioteca digitale, arricchita di nuovi eBookche è possibile scaricare gratuitamente, ed è stata data evidenza a straordinari progetti già conclusi, ma poco conosciuti come la digitalizzazione dei giornali storici e dei libri antichi e "I suoni della memoria", attraverso cui si può accedere ad un pezzo importante della tradizione musicale dell'Italia Meridionale.

Un'altra importante innovazione è costituita dalla forte componente di interazione con gli utenti, che possono recensire e commentare i libri in catalogo, esprimere giudizi sui commenti degli altri lettori, condividere su Facebook ricerche, bibliografie, commenti. E possono anche giocare con Bibliando: tutte le "azioni di lettore" compiute nel portale attribuiscono agli utenti un punteggio che li farà scalare in una speciale e divertente classifica. 

"La Provincia di Lecce – afferma il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva– sta portando a compimento il progetto di rafforzamento della rete bibliotecaria provinciale finanziato dalla Regione Puglia nell'ambito dell'avviso pubblico Community Library.

Il nuovo portale è un altro passo in avanti che consolida l'obiettivo di rendere il sistema bibliotecario una vera e propria biblioteca di comunità diffusa nel territorio".

È inoltre sempre attivo il servizio di messaggistica WhatsApp al numero della Biblioteca Bernardini (0832.37.35.76) per consulenze, iscrizioni, prestiti, richieste e supporto che riscontra giornalmente ancora decine e decine di contatti e che permette di instaurare rapporti di socialità e vicinanza con tutti gli utenti, in linea con le prospettive e le pratiche di comunità perseguite costantemente in questi anni dal Polo biblio-museale. 

La sinergia destinata al restyling di Bibliando.it conferma tali attitudini, rinforzandole, perché siamo sempre più convinti che le biblioteche siano degli spazi di resistenza estremamente necessari, oggi più che mai. 

Comunicato stampa

 

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 67

Editoria solidale: "Farsi prossimo nella sofferenza"

L’Associazione Salentina per la Lotta contro il Cancro, da quarant’anni punto di riferimento sul territorio, a causa della pandemia da Covid-19 ha dovuto anch’essa riformulare i suoi progetti.

Così quest'anno l'iniziativa di sostegno legata alla vendita delle stelle di Natale verrà sostituita da un progetto, altrettanto lodevole, e più praticabile: l’acquisto del libro “Farsi prossimo nella sofferenza”, pagine di di storie raccontate dagli studenti delle scuole leccesi.

“Non effettueremo la vendita delle Stelle di Natale - dichiara Salvatore Mazzotta, oncologo fondatore dell'Associazione - un appuntamento tradizionale e molto importante per noi in quanto, disponiamo solo delle nostre forze per portare avanti una missione molto utile per la nostra popolazione, con numerosi colleghi medici e volontari al nostro fianco. Inoltre, la forzata chiusura per oltre tre mesi, comportando un mancato introito delle offerte in occasione delle prestazioni specialistiche da noi effettuate, ha prodotto il depauperamento della cassa già esigua dell’Associazione a causa delle spese fisse di gestione mensili.”

Da qui l'appello a sostenere l'associazione acquistando con una donazione il volume che la stessa ha edito quest'anno a conclusione del 2° Concorso Letterario “Farsi Prossimo nella Sofferenza” e che ha visto coinvolti oltre 100 alunni provenienti da alcuni Istituti delle Scuole Superiori della città.

“Quello che troverete scritto nel volume – afferma ancora il dottore Mazzotta - ci ha fatto confermato la sensibilità dei nostri giovani studenti che spesso vengono associati a episodi di bullismo, di baby gang, di atti vandalici, accusati di individualismo; invece noi siamo convinti che ancora oggi nelle scuole la quasi totalità degli studenti studia per diventare la futura classe dirigente della società”.

Un’Associazione Salentina per la Lotta contro il Cancro che nel corso di quest’anno terribile per la salute pubblica (in cui la pandemia da Covid-19 sta modificando e condizionando ogni nostra abitudine facendo spesso passare in secondo piano altri aspetti, altrettanto importanti, della nostra salute, a partire dalla prevenzione, specie in ambito oncologico) ha quindi bisogno di aiuto al fine di continuare a dare aiuto.

Chi volesse mettersi in contatto con l'Associazione per avere informazioni sulle sue attività e sull'iniziativa di sostegno, può telefonare dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle 18.30 al numero 0832.344083 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Oppure sul sito wwwasloc.it

 

Comunicato stampa

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.