Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 85

Lecce, anteprima nazionale: “#leparolevalgono - Festival Treccani della lingua italiana”

“#leparolevalgono - Festival Treccani della lingua italiana” è l’appuntamento annuale ideato dalla Fondazione Treccani Cultura per presentare i temi più rilevanti della sua costante ricerca sulla lingua italiana. L’esperienza delle precedenti edizioni tenutesi a Lecco ha reso questa manifestazione un appuntamento di rilievo per la comunità locale e all’interno della rassegna degli eventi a livello nazionale, costituendo il primo festival interamente dedicato alla lingua italiana.

La Fondazione Treccani Cultura ha inteso, infatti, ampliare la programmazione del festival con un’anteprima che da venerdì 13 a domenica 15 maggio si terrà a Lecce, grazie alla collaborazione con Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Comune di Lecce e altri partner. Il capoluogo salentino si distingue tra i centri del Sud Italia per la capacità di accogliere e valorizzare le proposte culturali. Lecce, infatti, è caratterizzata da una comunità attiva sia per la partecipazione delle istituzioni scolastiche alle iniziative culturali sia per il coinvolgimento della cittadinanza in tutte le sue fasce d’età. La Fondazione Treccani Cultura promuove, attraverso il festival, la riflessione su tematiche in grado di coinvolgere l’opinione pubblica e gli esperti in un dialogo di sincero, rispettoso e costruttivo confronto tra diverse posizioni.

Il programma prenderà il via venerdì 13 maggio nel Convento degli Agostiniani con incontri tematici e laboratori didattici dedicati agli studenti e alla formazione degli insegnanti. Per questa edizione Treccani rinnova infatti l’appuntamento con le attività didattiche che affronteranno gli aspetti più innovativi del linguaggio e i più recenti sviluppi degli strumenti di divulgazione, grazie alla presenza dei docenti di Treccani Scuola e di Giunti TVP. I laboratori dedicati alle scuole secondarie superiori - dalle 9 alle 13:30 con Maria Vittoria Dell’Anna (docente di Linguistica Italiana Università del Salento) e Alberto Laratro - avranno come oggetto l’analisi della mappa linguistica della parola Ambiente, e i linguaggi del futuro (con Treccani Scuola, la piattaforma per la didattica digitale di Treccani), quello dedicato agli insegnanti - dalle 14:30 alle 16:30 con Nicola Rizzuti e Raffaele Capano - riguarderà le pratiche laboratoriali che segnano il percorso dalle fonti storiche alle narrazioni.

Sabato 14 dalle 18 (anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneTreccani), sempre agli Agostiniani, nella sessione moderata da Cristina Faloci (autrice e conduttrice di Radio3), dopo i saluti del direttore della Treccani Massimo Bray, e l'introduzione sulla parola ambiente della linguista Maria Vittoria Dell’Anna, si discuterà di "Rischi e opportunità per l’ambiente" con Enrico Alleva (etologo), Mariagrazia Midulla (responsabile Clima ed Energia di WWF Italia), Fabio Pollice (rettore dell’Università del Salento), Carlo Salvemini (sindaco di Lecce e delegato nazionale Anci su Rifiuti ed Energia), Edoardo Zanchini (vicepresidente di Legambiente).

Alle 21 (ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti) il Teatro Apollo di Lecce accoglierà "In camera caritatis", un concerto speciale in acustico di Francesco Bianconi, cantante e autore dei Baustelle e scrittore, accompagnato da Zevi Bordovach (organo), Alessandro Trabace (violino) e Angelo Trabace (pianoforte). Sarà l’occasione per presentare in una versione più intima, in attesa dell'avvio del tour ufficiale, i suoi ultimi lavori in studio, in una summa ideale della sua prolifica produzione, dai progetti più recenti ad incursioni nel recente passato e nel prossimo futuro, con alcuni brani inediti. Dopo “Forever” (BMG), disco d'esordio da solista prodotto da Amedeo Pace (Blonde Redhead), uscito nell'ottobre 2020, nel gennaio 2022 è arrivato "Accade" (BMG), un progetto di personali versioni di grandi autori e interpreti della canzone italiana e alcuni brani scritti da Bianconi per altre interpreti come Paola Turci ("Io sono") e Irene Grandi ("Bruci la città" e "La Cometa di Halley") con la partecipazione di Baby K. e Lucio Corsi. Poche settimane fa è arrivato il nuovo singolo "Perduto insieme a te" in coppia con Malika Ayane.

Domenica 15 maggio alle 12 (anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneTreccani) si torna agli Agostiniani per l'appuntamento di chiusura. "Le parole delle canzoni dal vivo", un ciclo di incontri con cui Treccani si propone di raccontare l’evoluzione della lingua della musica italiana attraverso i testi di cantautori e rapper in dialogo con scrittori, ospiterà infatti Giovanni Truppi e Paolo Di Paolo. Truppi ha già pubblicato cinque dischi di inediti - "C’è un me dentro di me" (2009), "Il mondo è come te lo metti in testa" (2013), "Giovanni Truppi" (2015), "Poesia e civiltà" (2019) e "Tutto l'universo" (2022) - e l'EP tra musica e fumetto "5" (2020). Nel corso degli anni i suoi brani sono stati impiegati da cinema, teatro e televisione. Nel 2022 ha partecipato al Festival di Sanremo con "Tuo padre, mia madre, Lucia". Paolo Di Paolo è nato nel 1983 a Roma. Finalista nel 2003 al Premio Italo Calvino per l’inedito e al Campiello Giovani, è autore tra l’altro dei romanzi Dove eravate tutti (2011, Premio Mondello e Super Premio Vittorini), Mandami tanta vita (2013, Premio Salerno Libro d’Europa, Premio Fiesole Narrativa e finalista Premio Strega), Una storia quasi solo d’amore (2016), Lontano dagli occhi (2019, Premio Viareggio-Rèpaci), tutti nel catalogo Feltrinelli. Ha scritto per il teatro ed è autore di libri per ragazzi e di libri nati in dialogo con alcuni protagonisti della cultura, fra cui Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, Nanni Moretti. Scrive su “la Repubblica”, “L’Espresso” e “Vanity Fair”. È tradotto in diverse lingue europee. A seguire (dalle 13:15 alle 14) Di Paolo registrerà una puntata speciale di “La lingua batte", trasmissione di Rai Radio 3 .

Nei tre giorni del Festival, in collaborazione con ISPRA - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, il Chiostro degli Agostiniani ospiterà anche la mostra fotografica “L’Italia perde terreno” a cura di Angelo Antolino, che affronta il tema del consumo di suolo e il degrado di territorio in Italia. C’era una volta l’Italia delle campagne coltivate. Ogni anno, negli ultimi decenni, diecimila ettari di terreno agricolo si arrendono alla invasione pervasiva del cemento, con il prezzo inesorabile di devastazione di equilibri millenari, di soppressione di biodiversità, di disastri naturali idrogeologici, smottamenti, inquinamento ambientale. Il fotografo napoletano propone un confronto tra immagini satellitari e fotografie, una campionatura emblematica sul ‘prima’ e il ‘dopo’ in termini di coperture artificiali sul territorio nazionale che traduce plasticamente urgenza di cambiare rotta.

«Alcuni anni fa, dai propri canali social, Treccani lanciò un fortunato hashtag. In pochi giorni #leparolevalgono raggiunse oltre otto milioni di utenti», ricorda Massimo Bray, direttore Generale della Treccani «Da sempre Treccani è infatti un osservatorio privilegiato della lingua italiana: una lingua che cambia, si adatta, si confronta con la vita quotidiana. Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare un festival interamente dedicato alla lingua italiana coinvolgendo anche le scuole. Siamo partiti da Lecco, luogo manzoniano per eccellenza, e ora approdiamo a Lecce una città che storicamente ha sempre riservato una grande attenzione alla lingua e ha una grande vitalità culturale. In questa edizione concentreremo la nostra attenzione sulla parola ambiente. L’ambiente è una delle grandi sfide della contemporaneità. Le giovani generazioni che ci stanno dimostrando una grande sensibilità nei confronti di ecologia, giustizia sociale, salute umana e salute del pianeta. Temi che si intrecciano e che ci conducono, anche grazie a loro, a riflettere sul cambiamento».

«Teniamo molto a questo festival dedicato alla lingua italiana e alla sua evoluzione», dichiara il sindaco di Lecce Carlo Salvemini. «La città si è offerta immediatamente alla richiesta di disponibilità ricevuta dal direttore Massimo Bray, che ringrazio. Il festival è strutturato in un programma molto articolato che vede i nostri spazi pubblici, complesso degli Agostiniani e Teatro Apollo, come luoghi individuati per lo svolgimento dei talk, dei dibattiti e dei concerti. Molta attenzione al tema dell'ambiente, cosa che condivido, perché questa è la sfida politica del tempo presente, non del futuro. Mi auguro che questa possa essere solo la prima di una serie di collaborazioni fra il Comune di Lecce e la Fondazione Treccani, com'è volontà di entrambe le parti».

“#leparolevalgono - Festival Treccani della lingua italiana” è organizzato a Lecce da Fondazione Treccani Cultura in collaborazione con il Comune di Lecce con il supporto del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese grazie al Fondo speciale per Cultura e patrimonio culturale (L.R. 40/2016) - Investiamo nel vostro futuro, il contributo di Treccani Reti, il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università del Salento e il sostegno di Cooperativa Socio Culturale e Cime di Rapa. Media partner Rai Radio 3.

 

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Programma www.festivaltreccanidellalinguaitaliana.it  - www.treccani.it/cultura

Informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 42

Gran festa di apertura per il "Terra Noscia" di Squinzano

“Terra Noscia” di Squinzano riapre i battenti per una stagione ricca di spettacoli, eventi e manifestazioni culturali. Sabato 14 maggio è prevista la nuova apertura alle 19. La serata all’aperto avrà inizio con lo show degli artisti di strada che, con i loro giochi, daranno vita ad un vero e proprio spettacolo circense. Acrobati, giocolieri, trampolieri e sputafuoco intratterranno il pubblico per la gioia dei bambini.

Dalle 20.30 spazio al live fantasioso degli Ipergalattici Cartoons Cover Band. Il gruppo musicale canterà le più belle canzoni Disney e le sigle dei cartoni animati degli anni 70, 80, 90 e 2000, nell’ambito di un lungo viaggio nel tempo che coinvolgerà tante generazioni. Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso, anche per la nuova stagione la direzione artistica è stata affidata all’agenzia di spettacoli EP Music di Andrea Poci.

In occasione della serata verrano allestiti diversi stand gastronomici pronti a deliziare i palati dei presenti.

Ingresso gratuito. Per info 3899267571

Comunicato stampa

 

Nella foto gli "Ipergalattici"

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 102

''Le parole per dirlo'': Io ci Provo e gli studenti dell'Ites Olivetti di Lecce a scuola di empatia contro ogni discriminazione e violenza di genere

Il 12 e 14 maggio culminerà in due performance finali il progetto "Le Parole per Dirlo" presentato da Io ci Provo, Associazione di promozione sociale, in partenariato con il Comune di Lecce,  l’istituto Olivetti di Lecce e l’associazione Transparent, vincitore del bando Otto per mille Chiesa Valdese.

Lo scopo del progetto è quello di sensibilizzare, prevenire e contrastare la violenza di genere attraverso interventi sociali, culturali e artistici che promuovano un cambiamento nei comportamenti socio-culturali in un territorio in cui questo fenomeno si fa particolarmente sentire tra giovani e studenti: proprio a questi ultimi si rivolge mediante dei laboratori avviati ad ottobre dello scorso anno presso l'Istituto Olivetti di Lecce.

Paola Leone, fondatrice e presidente di “Io Ci Provo”, regista e pedagoga teatrale, Gianluca Rollo, presidente Associazione culturale “Transparent”, operatore culturale e facilitatore di processi formatori e Luigi Lioce dell'Associazione culturale “Transparent”, pedagogista ed esperto in cyberbullismo, gli attuatori del progetto, hanno ideato dei percorsi con gli studenti mirati ad attivare delle dinamiche di cambiamento nei ragazzi di sesso maschile attraverso azioni che possano stimolare empatia verso le vittime di violenza e una riflessione consapevole sui ruoli e gli stereotipi sessuali alla base di ogni forma di discriminazione e, con le ragazze, una riflessione profonda sul significato della differenza individuale al fine di riconoscere il senso e la necessità di sostenere, ricercare e lavorare per le pari opportunità di tutti coloro che vivono e subiscono condizioni di discriminazione professionale, sociale e culturale per questioni di sesso, lingua, religione o orientamento sessuale.

Ed ecco, quindi, che nascono dei laboratori specifici per raggiungere questi scopi.

Il laboratorio teatrale “Le Spose di BB”, rivolto agli studenti di sesso maschile, porterà ad una performance finale il 12 maggio presso il Convitto Palmieri e il 14 presso l'ITES "A. Olivetti", nella quale i ragazzi metteranno in scena dei monologhi che raccontano storie di donne vittime di violenza, per sensibilizzare giovani e adulti al tema del rispetto e della non violenza verso le donne e verso qualsiasi persona.

Il  “Vocabolario delle nuove relazioni” è invece il risultato finale del laboratorio di educazione alle differenze e alle immagini rivolto a studenti e studentesse e a un gruppo di docenti e genitori, curati da Transparent. L'obiettivo è quello di reinventare le parole e i modi di comunicare che comunicano violenza, trasformandole in parole positive e risanate che comunichino benessere, apertura, libertà.

Il Vocabolario  sarà disponibile in formato digitale e sarà inoltre presentato durante le restituzioni del progetto in un’installazione video che evidenzierà le parole risanate, guarite, svuotate da ogni significato d'odio. 

Una nuova consapevolezza dei corpi e della sessualità si sviluppa a partire dai ragazzi che, attraverso la loro sensibilità e la loro individualità in divenire, possono cercare parole, gesti e comportamenti per un vocabolario nuovo delle relazioni interpersonali che scardini finalmente stereotipi e pregiudizi a partire dalle parole e le azioni quotidiane che li incarnano.

 

L'ingresso alla performance finale di giovedì 12 maggio alle ore 20.00 presso il Convitto Palmieri di Lecce è libero, mentre sabato 14 maggio alle ore 09.00 presso l'ITES “A. Olivetti" di Lecce è riservato agli studenti, ai docenti e ai genitori.

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 145

Buone pratiche di Pilates e Yoga: appuntamento in villa per un open day aperto a tutti

Venerdì 6 maggio alle ore 16.00 nella Villa Comunale di Lecce, la FIF (Federazione Italiana Fitness) organizza un Open Day aperto al pubblico per promuovere le buone pratiche di Pilates e Yoga.

L’Open Day anticipa la Convention Nazionale Pyoga Lecce 2022 su Pilates Yoga e Benessere che si terrà nei giorni a seguire  (7 e 8 maggio 2022) a La Restuccia Masseria Urban.

L’incontro prevede due lezioni di pilates aperte a tutti e due mini lezioni di masterstretch per principianti tenute dai maestri: Elisabetta Cinelli, Gian Piero Marongiu, Michele Manca, Donato De Bartolomeo, Sara Sergi e Sacha Bornino, docenti FIF. Le lezioni, ognuna della durata di venti minuti circa, sono interamente gratuite.

 

Prima dell’apertura dell’Open Day interverrano le seguenti autorità:

Paolo Foresio, Assessore allo Sviluppo Economico, Attività Produttive, Artigianato, Commercio, Turismo, Spettacolo, Servizi per lo Sport del Comune di Lecce;

Claudio Vacchi, Presidente della Federazione Italiana Fitness;

Roberta Fadda, Segretario Generale della Federazione Italiana Fitness.

 

Curriculum dei maestri:

Elisabetta Cinelli inizia a studiare Pilates nel 1999 nelle più prestigiose scuole internazionali. Nel 2006 acquisisce la certificazione in Pilates Fusion alla scuola di Teresa Pastor di Madrid e avvia corsi di formazione in tutta Italia e Europa. Segue corsi di aggiornamento annuale a New York con Ellie Herman.

Gian Piero Marongiu è diplomato ISEF di Cagliari con una tesi su “Scoliosi dorso-lombari in età evolutiva” e specializzato in Step Reebok e Condizionamento muscolare alla Reebok University. È Master Trainer Federale e Docente Senior della Federazione Italiana Fitness e giornalista sportivo. Vanta numerose pubblicazioni.

Michele Manca è laureato in scienze motorie, specializzato in cinesiologia correttiva, nel settore del fitness musicale e nei programmi olistici, in particolare posturalgym e pilates. Ha maturato esperienze di insegnamento in Ucraina.

Donato De Bartolomeo è diplomato alla scuola quadriennale di yoga di Milano con la Federazione Italiana Yoga, riconosciuta a livello mondiale; è insegnante di pilates e di yoga studiati in USA, India e Italia. Ha un solido background anche nel fitness musicale. È il creatore dei programmi piloga, total body yoga e pilates per la schiena.  Svolge la sua attività di formatore in Italia e all'estero con seminari di pilates e yoga nel mondo del fitness e della danza. A breve la pubblicazione del suo libro Yoga per tutti.

Sara Sergi è laureata in Fisioterapia all’Università di Trieste e diplomata all'IDA BALLET ACADEMY.

Preparatrice atletica per IDA e la società di Ginnastica artistica e ritmica della provincia di Ravenna.

Istruttrice di Pilates, ginnastica per la terza età, ginnastica di mantenimento e total body presso diverse palestre nel comune di Ravenna.

Sacha Bornino è una ballerina professionista e coreografa di danza moderna in programmi RAI e MEDIASET, ha lavorato con Madonna, Enrique Iglesias e Trini Lopez.

È insegnante di Pilates, Masterstretch, Danza Moderna certificata FIF, Body Code System e IDA.

L’evento si svolge con il contributo del Comune di Lecce - Assessorato allo Sviluppo Economico, Attività Produttive, Artigianato, Commercio, Turismo, Spettacolo, Servizi per lo Sport.

 

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 104

"In nome della madre" di Erri De Luca in scena il 6 maggio al Cavallino Bianco di Galatina

Venerdì 6 maggio, con inizio alle ore 20.45, va in scena presso il Teatro Cavallino Bianco di Galatina "In nome della madre" di Erri De Luca.

Lo spettacolo, una produzione Teatro Biondo Palermo per la regia di Gianluca Barbadori,  si inserisce nella programmazione promossa dal Comune di Galatina e organizzata dall’associazione OTSE (Officine Theatrikés Salento Ellàda).

In scena l'adattamento teatrale del romanzo del 2006 di De Luca interpretato da Galatea Ranzi in un monologo di Miriàm/Maria che ricostruisce le vicende della nascita di suo figlio Ieshu/Gesù a Bethlem, integralmente dalla prospettiva materna.

In nome della madre è la storia, infatti, di Miriàm, una ragazza della Galilea che ha una strana visione nella quale un angelo le annuncia che avrà un figlio e le profetizza per lui un destino di grandezza. Subito dopo, la giovane scopre di essere incinta. Dopo qualche titubanza, decide di avvertire Iosef, il suo promesso sposo. Miriàm sa perfettamente che rischia di essere lapidata, ma rifiuta ogni menzogna, rivendicando il mistero della sua gravidanza e la sua assoluta buona fede. Iosef, anche in seguito ad un sogno premonitore, decide che le nozze avranno luogo come previsto, sfidando i benpensanti di Nazaret e le leggi del tempo. Facendo ricorso al linguaggio semplice e terso della poesia, Erri De Luca racconta la gravidanza di Miriàm/Maria.  

 

Vnerdì 6 maggio 2022

Inizio ore 20.45. Biglietti da 20 a 10 euro o in abbonamento.

Info e prenotazioni: Tel. 3287391140

Biglietteria: martedì e giovedì 16:30 – 19:30, sabato 10:00 - 13:00

Comunicato stampa

 

Foto a firma di Rosselina Garbo