Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 69

''Astragali Teatro'': aperte le iscrizioni per La scuola degli attori

Sono aperte le iscrizioni per La scuola degli attori, un ciclo di workshop intensivi di teatro diretti da Fabio Tolledi, direttore artistico di Astràgali Teatro e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute – Unesco, che si terrà a Lecce tra ottobre e dicembre.

I laboratori formativi proporranno un percorso, concentrato in tre sessioni nella sede di Astràgali in via Giuseppe Candido a Lecce (dal 9 all’11 ottobre, dal 4 al 6 novembre e dal 3 al 5 dicembre – dalle 15 alle 20). Attraverso tecniche teatrali, basate sul training fisico, le guide di lavoro di Astràgali propongono un intenso programma di pratiche individuali e collettive (canti, danze, testi, lavoro creativo) che servirà a recuperare le forze vitali dell’attore e la capacità di contatto di ciascuno.

I partecipanti e le partecipanti saranno guidati a stimolare la voglia di agire, ricordare, rivelare, realizzare e creare, recuperare la padronanza del corpo e della voce. I workshop ruotano attorno ai fondamenti della performance ed agli elementi della vita di ognuno: esercizi fisici, voce, lavoro sull’attenzione, la percezione, la precisione, lo sguardo, l’ascolto, il montaggio delle azioni fisiche, il lavoro sul canto, coordinamento delle singole azioni, improvvisazione strutturata, drammaturgia, montaggio. La scuola degli attori rientra nella rassegna “Teatri a sud. Astragali 40 anni di teatro” sostenuta dal Ministero della Cultura e dalla Regione Puglia – Custodiamo la cultura in Puglia 2021 – Soggetti FUS.

La compagnia Astràgali Teatro nasce nel 1981 a Lecce per fare teatro, per formare attori, per dare vita ad uno spazio di circolazione dei discorsi e delle pratiche. Riconosciuta dal 1985 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come compagnia teatrale d'innovazione, dal 2012 è sede del Centro Italiano dell’International Theatre Institute dell’Unesco ed è membro dell’Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue between Cultures. Ha realizzato progetti artistici, spettacoli, attività in circa 30 paesi in tutto il mondo. Nel corso di questi anni numerosi spettacoli hanno trovato casa in molti luoghi si grande interesse culturale in Italia e all'estero, anche in siti patrimonio dell'umanità dell'Unesco.

 

Info

3892105991 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.astragali.it

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 43

La scuola in bosco: laboratori e attività per ragazzi a Torre dell'Orso fino al 25 settembre

Sono partite lunedì le attività finanziate dalla Regione Puglia (Legge Regionale n.18/2000 ss.mm. e Legge Regionale n.40/2012 ss.mm.ii. Attività di divulgazione in campo forestale) per il Comune di Melendugno rivolte ai ragazzi per una massima interazione con la natura attraverso specifiche iniziative all'interno della pineta di Torre dell'Orso.

Il Centro di educazione ambientale Terre di Roca, gestito dal Centro studi e didattica ambientale Terrae e dall'APS Vivarch, per conto del Comune di Melendugno e della consigliera con delega all'ambiente Angelica Petrachi, hanno avviato delle attività che prevedono la fruizione e la valorizzazione della zona SIC di Torre dell'Orso con il coinvolgimento attivo degli studenti dell'I.C. "Rina Durante" di Melendugno.

Sono previsti laboratori naturalistici, laboratori di teatro dei burattini, letture animate, laboratori di archeologia e laboratori d'arte: nello specifico, ci saranno visite guidate con raccolta di campioni del suolo e della flora presente nel bosco, visita al canale del Brunese e della Grotta di San Cristoforo, attività coi microscopi per l'osservazione del suolo e dei micro e macro invertebrati dell'acqua, attività forestali e moltissimo altro.

Il bosco didattico è uno straordinario laboratorio a cielo aperto dove poter imparare attraverso attività ludiche al rispetto dell'ambiente nell'ottica della sostenibilità.

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 70

''Conversazioni sul futuro'' a Lecce: dal 23 al 26 settembre

Quattro giorni con 200 speaker nazionali e internazionali e 80 appuntamenti: da giovedì 23 a domenica 26 settembre torna a Lecce il festival Conversazioni sul futuro. Dopo la pausa forzata di un anno a causa delle restrizioni da Covid19 il festival, promosso dal 2013 dall’associazione Diffondiamo idee di valore con il coordinamento di Gabriella Morelli, in collaborazione con Regione Puglia, Comune di Lecce, Polo BiblioMuseale e numerose realtà pubbliche e private, riprende infatti il suo percorso con un programma incentrato sui temi che lo hanno sempre caratterizzato.

Nei talk e durante le presentazioni di libri si parlerà di esteri, pandemia, diritti sociali e civili, ambiente, criminalità organizzata, giornalismo, lingua e comunicazione, social e hate speech, del futuro delle donne nelle religioni, satira, patrimonio e paesaggio, parità di genere, letteratura, televisione e molto altro. Ma non solo: il festival proporrà anche la proiezione di documentari, due concerti originali dedicati a Gianmaria Testa e Fabrizio De André, visite guidate e mostre. Nel cortile della Biblioteca di comunità dell’ex Convento degli Agostiniani, in collaborazione con Storie cucite a mano, progetto selezionato dall'impresa sociale Con i Bambini, nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, il festival proporrà una sezione dedicata alla narrativa "young".

Gli incontri si terranno all’aperto negli spazi del Convitto Palmieri, degli ex Conventi degli Agostiniani e dei Teatini, della Libreria Liberrima e del Parco Archeologico di Rudiae (con adeguata alternativa al coperto in caso di maltempo o pioggia) con ingresso gratuito, posti limitati e distanziati, green pass obbligatorio e prenotazione consigliata attraverso la piattaforma online Eventbrite. Info e programma sul sito www.conversazionisulfuturo.it.

Giovedì 23 settembre, dopo i primi due appuntamenti nel Convento degli Agostiniani con la sezione Young, in collaborazione con Storie cucite a mano – Con i bambini, con la partecipazione dello scrittore Michele D'Ignazio (ore 16) e della fumettista e illustratrice Takoua Ben Mohamed (ore 17:15), alle 18 nel Chiostro del Convitto Palmieri ci sarà l'apertura ufficiale del Festival con l'incontro "Arte, creatività e diritti umani" e l'inaugurazione della mostra “100 posters to fight fake news”. Interverranno con la direttrice artistica Gabriella Morelli, anche il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, il direttore Polo BiblioMuseale di Lecce Luigi De Luca, il portavoce italiano Amnesty International Riccardo Noury, il graphic designer, art director e fondatore di Poster For Tomorrow Hervé Matine e il pianista iraniano Peyman Yazdanian che, dalle 19:30, proporrà un concerto dedicato a Patrick Zaki. La giornata inaugurale si concluderà dalle 21:30 agli Agostiniani con la partecipazione del politologo, arabista e filosofo francese Gilles Kepel che, dialogando con la giornalista Francesca Mannocchi, presenterà "Il ritorno del profeta" (Feltrinelli). Sempre agli Agostiniani dalle 18:30 si discuterà delle "Donne e il futuro delle religioni" con Miriam Camerini (studia per diventare rabbina alla scuola Har’El di Gerusalemme), Daniela Di Carlo (pastora della Chiesa Valdese di Milano), Rosanna Maryam Sirignano (esperta di studi islamici e autrice) e Suor Naike Borgo (Orsolina del Sacro Cuore di Maria). Dalle 18 prendono il via anche gli appuntamenti nel Parco Archeologico di Rudiae con il dialogo, preceduto da un visita guidata e moderato dalla giornalista Ilaria Marinaci, tra Nicola Gardini, docente di Letteratura Italiana e Comparata all’Università di Oxford e autore dei fortunati volumi "Viva il latino" e "Viva il greco" (Garzanti) e Francesco D’Andria, archeologo, professore emerito dell’Università del Salento, socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei. La prima giornata ospiterà anche le presentazioni dei libri "Il vestito azzurro. Un regime dimenticato e il coraggio di una giornalista" di Antonella Napoli (People), "Albania Italia. Andata e ritorno" di Ilaria Lia (Ed Insieme), "Non c'è il mare ad Aleppo" di Asmae Dachan (L'Erudita), "Terra Bruciata. Come la crisi ambientale sta cambiando l'Italia e la nostra vita" di Stefano Liberti (Rizzoli), "Che hai fatto in tutti questi anni. Sergio Leone e l'avventura di C'era una volta in america" del giornalista Piero Negri Scaglione (Einaudi) con Luca Bandirali, esperto di cinema e tv, e le incursioni musicali a cura del pianista Toni Tarantino. Nel Chiostro 500 del Convitto Palmieri alle 21 sarà proiettato "I figli di caino", film della regista albanese Keti Stamo, selezionato per le Giornate degli autori – Notti veneziane alla 78a Mostra del Cinema di Venezia.

Venerdì 24 settembre la seconda giornata si concluderà dalle 22 nel Convento dei Teatini con un omaggio al compianto cantautore piemontese Gianmaria Testa, scomparso nel 2016. In “Da questa parte del Mare”, Massimo Donno (voce e chitarra), Valerio Daniele (chitarre) e Francesco Pellizzari (batteria) riproporranno i brani del concept album “Targa Tenco” nel 2007, un viaggio struggente sulle migrazioni umane, con la partecipazione di Gabriele Mirabassi, uno dei massimi virtuosi del clarinetto a livello internazionale e per molti anni collaboratore di Testa, il violoncellista albanese Redi Hasa e la cantante Serena Spedicato (ingresso 12 euro - biglietti nel circuito Eventbrite). Tra gli ospiti della giornata il procuratore Nicola Gratteri e il giornalista Antonio Nicaso che, dialogando con Rosario Tornesello, presenteranno "Non chiamateli eroi. Falcone, borsellino e altre storie di lotte alle mafie" (Mondadori), il vicedirettore dell'Espresso Lirio Abbate con "Faccia da mostro" (Rizzoli), il giornalista Domenico Quirico che dialogherà con Francesca Mannocchi partendo dal suo volume "Testimoni del nulla" (Laterza), Michele Smargiassi con "Voglio proprio vedere. Interviste impossibili ma non improbabili ai grandi fotografi" (Contrasto). Dalle 18 a Palazzo Turrisi-Palumbo con l'incontro "Be a city maker" prende il via la mostra "The art of creative city making" di Charles Landry (esperto di relazioni tra cultura, creatività e pianificazione territoriale) a cura di Marco Rainò (architetto, designer e curatore indipendente). Si parlerà anche del concorso letterario letterario Lingua madre con l'ideatrice del concorso Daniela Finocchi, alcune autrici Nadia Kibout, Giovanna Locorotondo, Svitlana Polianska e altre ospiti, del tema "We, the canceled culture" con la drag queen Daphne Bohemien, le attiviste Victoria Oluboyo e Isabella Borrelli e la sociolinguista Vera Gheno. E ancora "Limoni", un racconto sul G8 di Genova a cura di Annalisa Camilli di Internazionale, "Il #Silenzio è d'oro" con il filosofo Bruno Mastroianni a Rudiae, la presentazione del percorso "Puglia ti vorrei - Giovani protagonisti" e le proiezioni dei documentari "Nasrin" di Jeff Kaufman e Marcia Ross e, in collaborazione con Seeyousound Lecce, "Daft punk unchained" di Hervé Martin-Delpierre. Dalle 16 agli Agostiniani la sezione Young, in collaborazione con Storie cucite a mano – Con i bambini, ospiterà  Antonella De Biasi e Luigi Garlando. Nel corso della serata si alterneranno le presentazioni di saggi e romanzi "Il traghettatore: cuori in transito" di Annalisa Menin (Giunti), "Storia di un abito inglese e una mucca ebrea" della scrittrice e architetta palestinese Suad Amiry (Mondadori), "La cina non è una sola" del giornalista de la Repubblica Filippo Santelli (Mondadori), "La pandemia in Africa. L'ecatombe che non c'è stata" di Freddie Del Curatolo e Angelo Ferrari (Rosenberg & Sellier), "Asiatica. Storie, viaggi, città: guida a un continente in trasformazione" di Marco del Corona (Add), "La città spezzata" di Leonardo Palmisano (Fandango), "Le ragioni del dubbio" della sociolinguista Vera Gheno (Einaudi).

 

Il ricco programma di sabato 25 settembre accoglierà l'anteprima nazionale di "Nessuno ha pregato per loro" (ore 17 al Convitto Palmieri), nuovo romanzo dello scrittore, poeta e sceneggiatore siriano Khaled Khalifa (Bompiani). Tra gli ospiti la giovanissima influencer e youtuber Valeria Vedovatti, il visual designer Riccardo Falcinelli con il suo fortunato "Figure" (Einaudi), gli scrittori Giancarlo De Cataldo, Marcello Fois, Marco Covacich, l'economista Andrea Boitani e l'editore Giuseppe Laterza, la curatrice di Fahrenheit - Rai Radio 3 Susanna Tartaro, il comico Saverio Raimondo (dalle 23 alle Officine Cantelmo). Dalle 22 nel Chiostro dei Teatini, il cantautore Massimo Donno e il pianista Mirko Signorile proporranno l'inedito concerto "Anima Salve (Fabrizio De André) - 25 anni" (ingresso 12 euro - biglietti nel circuito Eventbrite). Si discuterà de "Il covid dell'anima: il disagio psichico degli adolescenti alla prova della pandemia" con Alessio Lasta, giornalista Piazza Pulita - La7, e Leonardo Mendolicchio, psichiatra e psicoterapeuta specializzato nella cura dei disturbi alimentari. Un focus, moderato da Marta Serafini, sarà dedicato alla Siria con la presenza dell'avvocato siriano specializzato nei diritti umani Anwar al-Bunni, del responsabile di Operazione Colomba in Libano Alberto Capannini e della giornalista e regista Marta Santamato Cosentino che, dopo l'incontro, presenterà il suo documentario Portami via. Ma ci sarà tempo anche per parlare di Raffaella Carrà con gli autori tv Massimo Bernardini e Salvo Guercio. Tra i libri in scaletta "L'Italia nella rete" di Gianluca Dettori e Debora Ferrero (Solferino), "La seduta spiritica" di Antonio Iovane (Minimum Fax), "Baciarsi" di Elisabetta Moro e Marino Niola (Einaudi), "Africana: raccontare il continente al di là degli stereotipi" a cura di Chiara Piaggio e Igiaba Scego (Feltrinelli), "Trovare le parole" di Federico Faloppa e Vera Gheno (Edizioni Abele), "Virosfera. Viaggio nella virologia, la più affascinante disciplina biomedica" di Massimo Clementi e Giorgio Palù (La nave di Teseo). A Rudiae si celebreranno le giornate europee del Patrimonio con una visita guidata speciale con la "Legio VIII Avgvsta Salento". Questa terza lunga giornata partirà dalle 9 al Convitto Palmieri con tre appuntamenti in collaborazione con l'Ordine dei giornalisti della Puglia: "Il podcast d'inchiesta" di Antonio Iovane, "Il giornalismo tra hate speech e influenza degli algoritmi" con Bruno Mastroianni, Antonio Pavolini e Chiara Organtini, e "Mafia e Pandemia" con la giornalista Floriana Bulfon e Alessandra Dolci, magistrata a capo della Direzione distrettuale antimafia di Milano. Dalle 16 agli Agostiniani, Daniela Morelli presenterà "Fuga da pompei" (Il battello a Vapore) per la sezione young. Da non perdere anche i cortometraggi "musicali" a cura di Seeyousound Lecce.

 

Domenica 26 settembre la giornata finale si concluderà dalle 22 nel Chiostro dei Teatini con "Buon compleanno Amnesty: 60 anni in difesa dei diritti" con il portavoce italiano Riccardo Noury, la responsabile campagne Tina Marinari, il gruppo locale di Lecce, e la partecipazione di Canzoniere Grecanico Salentino, La Municipàl, Rachele Andrioli e Coro a Coro. In mattinata si parlerà di "Informazione, social e pandemia" con Roberta Villa, Marco Cattaneo e Chiara Organtini (in collaborazione con l'Ordine dei giornalisti), dei libri "Storia di una scomparsa" di Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni (Fandango Libri), "Fuori di testo" di Valentina Notarberardino (Ponte alle Grazie) e "Lettere da Guantanamo. Dall'infermo al limbo" di Laura Silvia Battaglia (Castelvecchi) con la direttrice di Left Simona Maggiorelli. Dalle 12 le Officine Ergot ospiteranno la presentazione in anteprima della rivista "Arab Pop". Il lungo pomeriggio prenderà il via alle 15:30 con la presentazione del volume "Invasione di campo" di Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil con Massimo Bray, Marco Damilano, Antonio Sofi e Chiara Organtini. Sempre dalle 15:30 si parlerà di esteri con gli incontri dedicati ad Afghanistan, con Andrea Carati, Amalia De Simone, Yasin Tanin e Marta Serafini, ed Egitto con Azzurra Meringolo Scarfoglio e Taher Mokhtar. Tra gli ospiti di talk e presentazioni lo scrittore Maurizio Maggiani, il fotografo Valerio Bispuri, le giornaliste Valentina Petrini, Alessia Ferri, Giulia Pompili, lo psicoterapeuta Alberto Pellai, i sociologi Giovanni Boccia Artieri e Sara Bentivegna. A Rudiae, pr le giornate europee del patrimonio, si parlerà di "Cultura e paesaggio: le città e il futuro del territorio". Dalle 20 nelle varie location appuntamento con il reading "Le Poete della beat. Poesie d'amore e contro la guerra" a cura di Collettiva (Libreria Liberrima); "Tra silenzi e applausi: la tv e il ritorno del pubblico" con Massimo Bernardini, Antonio Sofi, Saverio Raimondo e Beatrice Dondi (Chiostro 500 - Convitto Palmieri); "Climate change: studiare il futuro, capire il presente" con il presidente Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici  Antonio Navarra, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini e la giornalista Valentina Petrini (Agostiniani); "Seconde generazioni e diritti: a quando una riforma della legge di cittadinanza?" con Nadeesha Uyangoda, Sonny Olumati, Kwanza Musi Dos Santos e Tina Marinari di Amnesty International Italia. Sempre alle 20 nel Chiostro dei Teatini, prima della Festa di Amnesty International, il talk "Il diritto di essere Informati" con Marina Castellaneta (docente di Diritto internazionale dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro), i giornalisti e le giornaliste Amalia De Simone, Vittorio Di Trapani, Nico Piro, Sigfrido Ranucci, Fabio Casilli e Fabiana Pacella.

 

Il Festival Conversazioni sul futuro è organizzato dall’associazione Diffondiamo idee di valore, con il coordinamento di Gabriella Morelli, con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo e, tramite il Teatro Pubblico Pugliese, nella programmazione Custodiamo la cultura in Puglia, in collaborazione con Polo Biblio-Museale della Regione Puglia, Biblioteca Bernardini, Provincia di Lecce, Comune di Lecce, nella rassegna Lecceinscena, il progetto “Fari di Comunità”, finanziato dalla Regione Puglia attraverso l’Avviso pubblico 2/2017 “Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale”, Coolclub, Pazlab, All’Ombra del Barocco e Liberrima (Libreria ufficiale del Festival), Officine Cantelmo, Officine Culturali Ergot, Arva Srl, Boboto, Zemove, Art&Lab Lu Mbroia, Seeyousound Lecce, Collettiva Edizioni indipendenti, FotoScuola Lecce, Virulentia Film, Fermenti Lattici, Storie cucite a mano, progetto selezionato dall'impresa sociale Con i Bambini, nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, Spinelli Caffè, Acqua Orsini, con il patrocinio di Università del Salento e Ordine dei giornalisti della Puglia, in partenariato con Amnesty International, Concorso letterario Lingua Madre e Poster for Tomorrow. Media partner Left e Agenzia Dire.

 

Info e programma

www.conversazionisulfuturo.it

 Prenota il tuo posto su EventBrite

conversazioni-sul-futuro.eventbrite.com/

 

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 44

Il Folk di Enzo Petrachi di scena al ''Terra Noscia'' di Squinzano

Sabato 18 settembre, Terra Noscia a Squinzano ospiterà il live di Enzo Petrachi. A partire dalle 21, il cantautore leccese si esibirà presso la nota location salentina (Strada Provinciale 357 Squinzano - San Pietro Vernotico), nell’ambito della cena spettacolo al gusto di folk.

Petrachi canterà i brani più famosi della musica popolare leccese, in un turbinio di emozioni mescolate alle tradizioni. A margine del live sarà dato spazio al dj set di Ivano Vergari dj e Daniele Salierno, nonché voce di Radio System.

La serata targata Ep Music di Andrea Poci sarà  fruibile a tutti (no green pass), ma verranno rispettare tutte le norme vigenti atte a contrastare la diffusione dal Covid-19. 

 

Comunicato stampa 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 46

Gli ''Ohm Pink Floyd'' sul palco di ''Terra Noscia''

Giovedì 16 settembre, Terra Noscia a Squinzano (Lecce) ospiterà il live degli Ohm Pink Floyd a partire dalle 21.30.

La tribute band di Carosino si esibirà sul palco della nota location (Strada Provinciale 357 Squinzano - San Pietro Vernotico), nell’ambito di un concerto che farà rivivere i grandi successi del mitico gruppo rock.

Il gruppo musicale salentino ispirato alla celebre band britannica, rivisiterà e reinterpreterà i cavalli di battaglia dei Pink Floyd nella serata organizzata dall’agenzia EP Music di Andrea Poci. La band sarà composta da Francesco Carriero (Chitarra e voce), Giuseppe Carrozzo (batteria), Alex Di Donna (voce e tastiere), Walter Di Stefano (basso), Antonio Lenti (sax).

L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme vigenti atte a contrastare la diffusione del Covid-19. Ingresso libero.

 

Comunicato stampa

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.