Lecce App
  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 160

''Pasticciotto a Barcellona'': un gustoso omaggio ai salentini nel mondo tutto da vedere

Spopola sul web il nuovo video dei The Lesionati denominato “Pasticciotto a Barcellona”. È stato caricato in rete il cortometraggio scritto e diretto da Giampaolo Catalano Morelli.

Sui social e su YouTube impazza il corto realizzato in collaborazione con Donatella Salento backery, pasticceria salentina del centro storico di Barcellona girato tra il capoluogo leccese e la metropoli catalana.

Un vero e proprio omaggio al pasticciotto, prodotto tipico locale che funge da anello di congiunzione tra Salento e Catalogna, nell’ambito di un video satirico che promuove il turismo e valorizza il made in Salento all’estero attraverso il dolce più famoso del Salento.

Il video è caratterizzato dalla parodia della canzone “Mille” di Achille Lauro, Fedez e Orietta Berti. Il videoclip narra la storia di un quarantenne di Lecce che vive nelle agiatezze di casa con la mamma e la nonna, il quale riceve una chiamata inaspettata che gli cambierà la vita, costringendolo a lasciare, suo malgrado, la sua amata città divenendo un "fuori sede". Lui avvisa i suoi amici in maniera dispiaciuta, la nonna si dispera, ma la mamma invece è contenta di togliersi di torno il figlio “mammone”.

La nuova creatura del web vede la partecipazione di cantanti illustri del panorama artisitico salentino come Enzo Petrachi, Antonio Castrignanò ed i Sud Sound System, in turbinio di emozioni tra folk, reggae e pizzica. “È un cortometraggio pensato per omaggiare e rappresentare tutti i salentini che vivono e lavorano lontano da casa” - dice Giampaolo Catalano Morelli. Il video è impreziosito dai costumi di Pasquale Zonno Cacudi Show ed è stato realizzato tramite le riprese di Roberto “Tuttestories”.

Il cortometraggio è patrocinato dall’assessorato  Formazione e Lavoro della Regione Puglia e dall’assessorato al Turismo del comune di Lecce. 

Clicca in basso il link del video “Pasticciotto a Barcellona”:

https://fb.watch/8NbidOCW-c/

 

Comunicato stampa

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 58

Enzo Petrachi di scena a Frigole accompagnato dalle note del maestro Salvatore Costantini

Il vento delle tradizioni popolari torna a soffiare sulle melodie di Enzo Petrachi. Venerdì 22 ottobre, il cantautore leccese salirà sul palco di “Bracci & Abbracci” a Frigole (Lecce), nell’ambito di un live all’insegna del folk che avrà inizio alle 22.

L’artista canterà alcuni inediti e i brani più famosi della musica popolare leccese come “Arcu te Pratu” e “Mieru, pezzetti e cazzotti” e altri successi che hanno fatto la storia del folk salentino, che intratterranno il pubblico della nota location in un’atmosfera di feste nel segno del folclore.

La voce di Petrachi sarà accompagnata dalle note delle fisarmonica del maestro Salvatore Costantini fino a mezzanotte. La serata organizzata dalla Ep Music di Andrea Poci, si svolgerà nel rispetto delle norme vigenti atte a contrastare la diffusione del Covid19.

Per info e prenotazioni 3477720443. 

 

Venerdì 22 ottobre 2021 ore 22:00

Frigole (Lecce), "Bracci & Abbracci" 

Enzo Petrachi in concerto accompagnato dal maestro Salvatore Costantini

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 85

Associazione Italiana Sommelier di Lecce: al via i corsi 2021/22

Sommelier, figura professionale di cui c’è sempre maggior richiesta, considerata l’attenzione crescente che l’ambito della ristorazione e degli appassionati del vino in generale riservano al settore. Ripartono quindi i corsi di qualificazione professionale di primo e secondo livello dell’Associazione Italiana Sommelier di Lecce, guidata da Amedeo Pasquino

Appuntamento lunedì 11 ottobre presso il Grand Hotel Tiziano di Lecce con le due sessioni del corso (pomeridiana dalle 16.15 alle 18.30, attivabile solo al raggiungimento di almeno 20 partecipanti, e serale dalle 20 alle 22.15). Per entrambi i corsi, che si svolgeranno nel pieno rispetto della normativa vigente per il contrasto alla diffusione del Covid-19, il numero massimo di partecipanti sarà di 60 persone, pertanto gli interessati, al fine di garantirsi la partecipazione, sono pregati di curare l'iscrizione con ogni possibile urgenza.

Per informazioni rivolgersi al sommelier Aldo Specchia, responsabile della didattica della delegazione AIS di Lecce (347.7326512, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Comunicato stampa

 

 

 

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 268

Associazione Mozart Italia: al via un nuovo ciclo di concerti

Da domani, 1° ottobre 2021, riprende la Stagione concertistica dell’Associazione Mozart Italia Sede di Lecce con un ampio programma concertistico che ospita solisti prestigiosi e complessi strumentali di grande notorietà.

I concerti si svolgeranno come per le stagioni precedenti presso il Museo Castromediano, confermando lo speciale rapporto stabilitosi fra il Polo biblio-museale e l’Associazione Mozart, che ha fra l’altro fornito un supporto musicale nel corso delle attività presso l’hub vaccinale ospitato nel museo.

L’Associazione Mozart, nata a Lecce nel 2017, ha già al suo attivo numerose manifestazione di ampio respiro. Prosegue così il percorso di integrazione tra linguaggi e forme d’arte, insieme a una stretta collaborazione con le associazioni che operano con progettualità d’eccellenza sul territorio. 

Prima dell’avvio di ogni concerto sarà possibile usufruire di una visita guidata gratuita (su prenotazione attraverso l’app IoPrenoto) all’interno della sezione archeologica del museo. 

Tutti i concerti saranno gratuiti. 

 

 Programma completo 

1 ottobre: Salvatore Cutrino, pianoforte - ore 20.30

9 ottobre: Andrea Sequestro – Alessandro Licchetta (Pianoforte a 4 mani) – ore 19.00

15 ottobre: Francesco Scarcella: Le Armoniche Stravaganze – ore 20.30

29 ottobre: Roberto Ottaviano – Nando Di Modugno (Sax Soprano – Chitarra) - ore 20.30

 

12 novembre: Fabio Di Gennaro (Pianoforte) ore 20.30

18 novembre: TRIO: Alessandro Gazza – Enrico Tricarico – Domenico Zezza (Fisarmonica-Pianoforte- Violino) ore 20.30

26 novembre: Maurizio Zaccaria – Gaetano Simone (Pianoforte e violoncello) – ore 20.30

 

18 dicembre: Luigi Mazzotta – Coro e Orchestra da Camera di Lecce e del Salento -   ore 20.00

 

7 gennaio: Andrea Carrozzo – Valeria Fasiello (Sassofono- Pianoforte) – ore 20.30

14 gennaio: Giacomo Fronzi (Pianoforte) – 0re 20.30

28 gennaio: TRIO: Valentina Madonna – Domenico Balducci – Domenico Zezza (Voce – Pianoforte - Violino) - ore 20.30

 

4 febbraio: Ensemble Jupiter: Pier Paolo Del Prete - Maurizio Lillo – Nicola Scalcione – Maurizio Ria – Giovanna Tricarico (Violino I, - II - Viola – Violone – Cembalo) ore 20.30

11 febbraio: Francesco Pasqualotto (Pianoforte) – ore 20.30

25 febbraio: Sonar Trio: Marco Delisi – Roberto D’Urbano – Vanessa   Sotgiu (Flauto -Clarinetto-Pianoforte) con Giuseppe Giannotti – 0re 20.30

18 febbraio: Tito Ciccarese - Valerio De Giorgi (Flauto – Pianoforte) – 20.30

 

 La sede di tutti i concerti sarà il Museo Castromediano, eccetto il concerto del 18 dicembre che si terrà nel Duomo di Lecce.

È necessario prenotare al numero 338.64.06.076 (dott. Antonio Montinaro, Mozart Italia) per partecipare ad ogni concerto. 

 

Nella foto copertina la sala conferenze del Museo Castromediano

Comunicato stampa

  • Scritto da Pino Montinaro
  • Categoria: News
  • Visite: 44

"E poi venne sera", venerdì la presentazione del libro di Angelo Donno a Melendugno

 

Venerdì 1 ottobre, alle ore 18.30, presso la sala consiliare del Comune di Melendugno si svolgerà la presentazione del libro di Angelo Donno dal titolo "E poi venne sera".

Dialogano con l'autore l'assessore alla cultura Giusi Doria e lo scrittore Raffaele Polo.

La trama. Siamo nella provincia di Terra d'Otranto, estremo lembo di quello che era stato il Regno delle Due Sicilie, due anni dopo l'unificazione e quindi dopo la nascita del Regno d'Italia. Il Meridione vive in una condizione di oppressione e sottomissione ai piemontesi, che inviano nelle province il loro esercito, la cosiddetta Guardia Nazionale, per imporre obbedienza al re Vittorio Emanuele II e fronteggiare la rivolta di una parte di popolazione che non accetta i nuovi regnanti. È questo il quadro temporale in cui si colloca il nuovo romanzo storico di Angelo Donno, che ha per protagonista il giovane Giulio Longo, cresciuto dal padre a pane e carboneria e destinato a diventare punto di riferimento della lotta partigiana contro i piemontesi. Strenuo difensore dei diritti della sua terra e della sua gente, Giulio è simbolo e voce di una popolazione che visse in maniera drammatica l'Unità d'Italia.

L'iniziativa è a cura dell'assessorato alla cultura del Comune di Melendugno e rientra nella rassegna Blu Festival.

Comunicato stampa

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.